Indietro
menu
nel saluto del 23 dicembre

Arcangelo d'Oro: Santarcangelo ufficializza i nomi del 2022

In foto: la sindaca coi premiati
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 16 dic 2022 14:39 ~ ultimo agg. 15:10
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Va ad Alvaro Anelli e Manlio Maggioli l’Arcangelo d’Oro 2022: la più importante onorificenza cittadina, attribuita dall’Amministrazione comunale a personalità di Santarcangelo particolarmente illustri e meritevoli, sarà consegnata ai due imprenditori e Cavalieri del Lavoro nel corso del tradizionale saluto di fine anno della sindaca Alice Parma, in programma venerdì 23 dicembre a partire dalle ore 17 in Municipio.
La cerimonia, che torna ad essere aperta al pubblico dopo le limitazioni causate dalla pandemia, prevede il conferimento della prestigiosa onorificenza e di tutti gli altri riconoscimenti dell’Amministrazione comunale, dalle benemerenze alle menzioni speciali, dalla tessera di socio onorario 2022 della Pro Loco alle borse di studio in memoria di Caterina Gambuti.
Le motivazioni che hanno portato all’attribuzione dell’Arcangelo d’Oro ad Alvaro Anelli:
– per una storia lavorativa cominciata più di sessant’anni fa insieme ai fratelli Alberto e Bruno, che attraverso l’impegno e il sacrificio ha dato vita alla Fratelli Anelli, rinomata e storica impresa di Santarcangelo;
– per la passione mai venuta meno nei confronti dello sport, tradotta nel sostegno alla Coppa della Pace, che nel corso di cinquanta edizioni ha lanciato alcuni tra i più grandi campioni del ciclismo;
– per l’intensa relazione con il territorio, in particolare con la frazione di Sant’Ermete, che ha reso la Fratelli Anelli un immancabile punto di riferimento sociale della comunità locale.
Le motivazioni che hanno portato all’attribuzione dell’Arcangelo d’Oro a Manlio Maggioli:
– per il percorso di un’impresa familiare condotta a risultati straordinari in Italia e nel mondo, dal settore dell’editoria alla produzione di servizi per la pubblica amministrazione, fino all’innovazione digitale;
– per l’intuizione che nel 1990 ha portato alla creazione della Sangiovesa, un tempio del cibo di qualità capace di anticipare e promuovere la diffusione della filiera corta e del chilometro zero;
– per il significativo contributo allo sviluppo di arte, cultura e istruzione, con il sostegno alle iniziative del territorio, il rilancio della casa editrice Vallecchi, l’ingresso in UniRimini e la creazione di Maggioli Academy..
“Quest’anno l’Arcangelo d’Oro torna a premiare l’impresa e il lavoro, attraverso due figure che hanno contribuito a scrivere la storia di Santarcangelo, dal punto di vista economico, sociale e culturale” dichiara la sindaca Alice Parma. “Quelle di Alvaro Anelli e Manlio Maggioli sono anche le storie di due famiglie che hanno portato avanti con passione e competenza le rispettive aziende attraverso le generazioni, affrontando successi e momenti difficili senza mai perdere la propria identità e il legame con il territorio”.
“Alvaro Anelli ha recentemente festeggiato i settant’anni di lavoro dopo che la Fratelli Anelli ha celebrato nel 2020 i sessant’anni dalla fondazione, mentre nel 2022 la Coppa della Pace ha raggiunto il mezzo secolo festeggiato con la partenza del Giro d’Italia da Santarcangelo. Manlio Maggioli – prosegue la sindaca – dopo il trentennale della Sangiovesa nel 2020, nel 2023 vedrà la ricorrenza di un altro anniversario speciale, quello dei sessanta anni del passaggio di consegne con il padre alla guida dell’azienda di famiglia”.
“Le storie di Fratelli Anelli e Gruppo Maggioli si sono intrecciate e sono cresciute con la storia di Santarcangelo, nel corso delle generazioni che si sono susseguite sia dentro le aziende che nelle relazioni con l’esterno. Il sostegno allo sport e alla cultura, il dialogo continuo con la comunità – conclude la sindaca Parma – hanno reso queste due realtà parte integrante di un tessuto economico vivace e resiliente, capace di accompagnare la città nel suo percorso verso il futuro”.
Alvaro Anelli – Nato il 3 agosto 1939 a Santarcangelo, inizia a lavorare giovanissimo in una rivendita di materiali edili a Rimini. Nel maggio 1960, insieme ai fratelli Alberto e Bruno, dà vita all’impresa Fratelli Anelli, che nel 2020 ha celebrato i 60 anni di attività. Nominato Cavaliere del Lavoro il 2 giugno 2004 dal Presidente della Repubblica, il giorno seguente acquista il magazzino dove nel 1952 aveva iniziato a lavorare. Nel maggio del 2022 la Coppa della Pace / Trofeo Fratelli Anelli – una delle corse ciclistiche under 23 più conosciute al mondo, da tempo realizzata grazie al sostegno dall’azienda – ha raggiunto la 50^ edizione, mentre lo scorso novembre Alvaro Anelli ha festeggiato i 70 anni di lavoro.
Manlio Maggioli – Nato l’11 maggio 1931 a Santarcangelo, nel 1963 prende in consegna dal padre l’azienda tipografica di famiglia, che allora contava 13 dipendenti. Oggi il Gruppo Maggioli, arrivato alla quarta generazione con Amalia, Cristina e Paolo, impiega 2.700 persone tra Santarcangelo – circa 500 dipendenti – e le altre 70 tra sedi e filiali in Italia e all’estero (Spagna, Colombia, Belgio e Grecia). Presidente di Confindustria Rimini per tre legislature e della Camera di Commercio di Rimini dall’anno della fondazione (1994) fino alla fusione con quella di Forlì (2013), il 1° giugno 2006 è insignito dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica. Nel 1990, insieme al poeta Tonino Guerra, dà vita all’Osteria “La Sangiovesa”, custode della tradizione culinaria romagnola.