Indietro
mercoledì 1 febbraio 2023
menu
il 4 e 5 novembre

Per il centenario di Riccione "I giardini raccontano"

In foto: Villa Lodi Fè
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 2 nov 2022 15:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sarà un tuffo nella storia alla scoperta di Riccione diventata la perla verde dell’Adriatico. E’ quello che succederà venerdì 4 e sabato 5 novembre durante le passeggiate culturali de “I Giardini Raccontano”, progetto di Città Teatro e del Comune di Riccione per le celebrazioni dei 100 anni di Riccione Comune Autonomo, grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna – Servizio patrimonio culturale, nell’ambito della rassegna “Vivi il verde – natura e cultura” .

Una scoperta, ma anche, per chi è già appassionato di storia e cultura locale, un ritrovarsi assieme in condivisione, per “passeggiare nella storia” accompagnati da attori e attrici, da storici ed architetti del paesaggio, in due pomeriggi a ingresso gratuito, con prenotazione – racconta Giorgia Penzo, vicepresidente di Città teatro.

PROGRAMMA

Si parte venerdì 4 alle 15.00 all’ex Vivaio cittadino (registrazione dalle 14.45), dove, dopo il Saluto dell’assessora alla Cultura e vicesindaca Sandra Villa,  le attrici Francesca Airaudo e Giorgia Penzo   racconteranno “Le Memorie di Augusto Cicchetti” e a seguire il racconto della trasformazione dell’Arboreto con l’architetto Emanuele Mussoni.

Da lì si snoderà la passeggiata lungo Viale Ceccarini, accompagnata dall’ascolto in cuffia di alcune storie e suggestioni sulla Riccione del dopoguerra. Per poter partecipare è necessario scaricare VOX APP* gratuitamente nel proprio cellulare e portare le proprie cuffiette.

Al Parco delle Magnolie, o “Giardino delle Ville”, Loris Bagli, condurrà i partecipanti alla scoperta delle specie arboree e delle antiche piantumazioni. Mentre Fabio Bruschi nelle vesti di storico e, come ama definirsi, “giardiniere”, ripercorrerà le trasformazioni del Parco e le connessioni con il Premio Riccione per il Teatro, che nel Villino Lodi Fè ha la sua sede, senza dimenticare la collaborazione fra Augusto Cicchetti ed Eva Mameli Calvino celebre botanica e madre di Italo Calvino.

Al vincitore del Premio Riccione nel 1947 con “Il sentiero dei Nidi di ragno” è dedicato infatti il recital conclusivo di Davide Simonetti, giovane attore torinese vincitore della prima edizione del premio Ruggeri per interpretazioni pirandelliane.

Sabato 5 il percorso sarà differente: si parte sempre alle 15.00 dal Lungomare della Repubblica all’altezza del Bagno 75 (registrazione dalle 14.45) per uno tuffo nel paesaggio della Riccione pre-turistica, coi piedi nella sabbia e con tante curiosità raccontate da Loris Bagli. Qui, le due attrici Francesca Airaudo e Giorgia Penzo, vestiranno i panni di attempate bagnanti d’inizio secolo.

Momento sicuramente emozionante sarà la visita al Giardino del Grand Hotel di Riccione: grazie all’accoglienza della Proprietà sarà eccezionalmente possibile visitare gli incantevoli saloni interni. Si passeggerà poi lungo Viale Martinelli accompagnati dall’ascolto in cuffia di frammenti evocativi da Pier Vittorio Tondelli. Per partecipare sarà necessario scaricare VOX APP* gratuitamente nel cellulare e portare le proprie cuffiette. Si proseguirà verso il Giardino di Villa Lodi Fè dove protagonista sarà il racconto dell’ Età dei Villini con Arianna Mamini. Finale col sorriso, grazie a Racconti Vista Mare, con le due affiatate attrici riccionesi, Airaudo e Penzo.

Le due giornate si concluderanno con un brindisi in onore di Riccione e dalla sua storia centenaria, a cura del Comune di Riccione.

Da segnalare che in entrambi i pomeriggi sarà presente all’interno di Villa Lodi Fè la biblioteca che l’Associazione Famija Arciunesa ha dedicato alla storia di Riccione: le pubblicazioni saranno in vendita al pubblico e il ricavato andrà a favore del progetto solidale per Cuore21.

Altre notizie