Indietro
menu
giorni di apprensione

In Rianimazione il bimbo investito da un'auto. In parrocchia una veglia di preghiera

In foto: repertorio
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 4 nov 2022 16:00 ~ ultimo agg. 5 nov 11:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Resta ricoverato all’ospedale Bufalini di Cesena in Rianimazione, in condizioni definite gravi, il bambino di 5 anni investito da un’auto nel tardo pomeriggio di mercoledì sulla Riccione-Tavoleto, nella frazione di Sant’Andrea in Casale. La prognosi resta riservata e i medici non sanno ancora dire quando si risveglierà. L’impatto con la parte destra del cofano della Opel Agila è stato violento e, dopo l’urto, il bimbo è finito sull’asfalto.

Il piccolo, che si trovava con mamma e papà nel piazzale di fronte al centro polivalente, è finito in strada per rincorrere la palla con cui stava giocando. Tutto è successo in una manciata di secondi e i genitori, sconvolti dalla tragedia che si è consumata sotto i loro occhi, non hanno avuto il tempo materiale di fermarlo. Sotto choc anche la conducente alla guida dell’auto, una 48enne di San Giovanni in Marignano, che si è vista sbucare il bambino all’ultimo. Evitare l’impatto è stato pressoché impossibile come testimonierebbe anche l’assenza dei segni di frenata sull’asfalto.

Intanto la polizia Locale dell’Unione Valconca, che si sta occupando dei rilievi, ha acquisito i filmati delle telecamere di videosorveglianza della banca situata nelle vicinanze nella speranza che dai fotogrammi emergano elementi utili alla ricostruzione del sinistro. Accertamenti tecnici poi verranno svolti anche sull’Opel Agila. La 48enne, che si è subito fermata dopo l’impatto e ha chiamato i soccorsi, è stata sottoposta ai test alcolemici di rito, i cui risultati dovrebbero arrivare nelle prossime ore.

Tutta la comunità nel frattempo si è stretta intorno ai genitori del bimbo, che vivono a San Clemente. Organizzata domani sera (sabato) dalle 21.30 alle 23 una veglia di preghiera nella chiesa di Sant’Andrea in Casale. “Preghiamo per il suo risveglio”, ha detto don Francesco Fronzoni, che guiderà la veglia.