Indietro
menu
più sanzioni fuori dai locali

Il passaparola via social non funziona, ritirate 13 patenti in una notte

In foto: un posto di blocco della polizia Locale di Riccione
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 19 nov 2022 15:01 ~ ultimo agg. 20 nov 15:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La polizia Locale di Riccione ha effettuato nella serata e fino alla tarda notte di venerdì 18 novembre, uno specifico servizio di controllo del territorio finalizzato a contrastare la guida in stato di ebbrezza e di alterazione a seguito di assunzione di sostanze stupefacenti. Impiegati sei equipaggi e 14 operatori tra i quali due ufficiali.

La strategia operativa adottata dagli agenti è stata quella di effettuare posti di controllo in successione e in punti sempre diversi, con spostamento continuo degli equipaggi. Dalle aree centrali in piazzale Curiel a viale Torino per il controllo dei transiti provenienti da sud, a seguire sulla statale Adriatica e in viale Trebaci, Abruzzi e Sardegna. Questa strategia volta a  garantire massima presenza e visibilità in punti diversi è finalizzata alla percezione di una sicurezza diffusa su ogni punto della città, ed è utile anche al fine di evitare che gli automobilisti, in particolare i più giovani, che si spostano in gruppi di auto, possano avvisare con un passaparola anche via social gli amici. Segnalando i punti presidiati, infatti, altri conducenti potrebbero utilizzare strade alternative per sottrarsi ai controlli, ma con posti di blocco sparsi in varie zone della città diventa complesso evitare le pattuglie.

Sono stati 500 i veicoli fermati, e altrettanti i conducenti sottoposti a prova etilometrica, in gran parte giovani. Tredici le patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza (9 uomini e 3 donne). L’attività sanzionatoria ha toccato i picchi più elevati nella zona dei locali da ballo, viale Abruzzi, Trebaci e Sardegna.