Indietro
menu
a santarcangelo

Aggredito in pieno centro da uno sconosciuto, 33enne ricoverato

In foto: Alice Parma ha fatto visita al 33enne (foto tratta da Facebook)
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 21 nov 2022 20:27 ~ ultimo agg. 22 nov 12:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Aggredito in piazza, di sera, da uno o forse più sconosciuti che l’hanno scaraventato a terra e poi sono fuggiti. E’ quanto accaduto domenica, verso le 22.30, a Santarcangelo. Un gesto violento senza apparenti motivi quello subito da un 33enne autistico molto conosciuto in città e benvoluto da tutti.

Ieri sera si trovava a passeggio da solo sotto i portici di piazza Ganganelli quando si è consumata l’aggressione. Difficile al momento stabilire chi o quanti l’abbiano colpito. Il 33enne, dopo essere rovinato a terra, è stato soccorso da alcuni passanti che l’hanno notato disteso sul marciapiede. Era scosso e tramortito, faticava a rialzarsi. Così hanno chiamato il 118. Sono stati i sanitari poi ad avvisare i carabinieri.

Il santarcangiolese è stato trasportato all’Infermi di Rimini, dov’è tuttora ricoverato. Le sue condizioni sono buone, anche se ha uno zigomo fratturato e il sopracciglio spaccato. La prognosi dovrebbe essere superiore ai 20 giorni. Ai militari dell’Arma, che lo hanno sentito, non ha saputo fornire grandi indicazioni. La sindaca di Santarcangelo Alice Parma, appena appresa la notizia, è voluta andare di persona in ospedale per sincerarsi delle sue condizioni.

“Insieme all’assessore Danilo Rinaldiha scritto sui profili social la sindacasono stata all’ospedale Infermi di Rimini per fare visita al giovane che ora sta bene anche se deve rimanere qualche giorno in osservazione. Ha subito un’aggressione sulla quale sono in corso accertamenti. La mia prima preoccupazione era vedere con i miei occhi che stesse bene, ma cose come questa non devono succedere, per lui come per nessun altro, né a Santarcangelo né altrove”.

Le indagini dei carabinieri sono in corso. In queste ore i militari stanno visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza del centro. C’è chi ipotizza che si tratti di una banda di ragazzini, ma al momento non ci sono sospettati.