Indietro
menu
dopo i maxi ingorghi

Stop al caos alle scuole, già pronto il parcheggio di via Trebaci a Riccione

In foto: l'assessore Imola e il parcheggio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 7 ott 2022 12:51
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo i disagi dei giorni scorsi va verso il ritorno alla normalità la situazione per gli alunni e i genitori delle scuole primarie Fontanelle, Riccione Ovest e Panoramica. Oggi termineranno i lavori per la realizzazione del parcheggio di via Trebaci, effettuati in tempi quanto mai ridotti, consentendo così alla scuola Fontanelle di aprire un secondo ingresso, evitando la congestione del traffico. L’assessore ai Lavori pubblici Simone Imola, che in mattinata ha effettuato un sopralluogo sul cantiere per verificando che tutto sia pronto già per la ripresa delle lezioni di lunedì.

L’ingresso e uscita contemporanei degli alunni delle classi di scuola primaria Fontanelle, Riccione Ovest e Panoramica (in temporanea trasferta per via dei lavori per il nuovo edificio) erano diventati causa di maxi ingorghi tanto da sollevare le proteste di numerosi genitori. Scuole e amministrazione comunale erano corsi ai ripari diversificando gli orari di entrata e uscita degli alunni e raddoppiando il numero degli agenti della polizia locale impiegati per agevolare il flusso del traffico in attesa di un nuovo parcheggio lungo via Trebaci.

L’assessore ai Lavori pubblici annuncia inoltre che a breve sarà la palestra garantendo anche l’accesso ai bagni nel piano terra. Il preside dell’istituto comprensivo Zavalloni, Nicola Tontini, informato della conclusione dei lavori, ha fatto sapere che nei prossimi giorni – una volta consolidata la soluzione al problema del traffico – verranno ripristinati gli orari di entrata e uscita uniformi nelle varie scuole.

“Dopo aver incontrato la rappresentanza dei genitori del plesso scolastico, che manifestavano giustamente il loro disappunto per le problematiche relative al traffico congestionato, avevo promesso di fare un mezzo miracolo: aprire il parcheggio su via Trebaci e fornire un varco di accesso in sicurezza alla nuova ala della scuola. Detto e fatto – argomenta ancora Imola -. Ci tengo a precisare che quel parcheggio non era stato né progettato, né tantomeno finanziato in precedenza”.