Indietro
menu
il programma

Prosa e danza al teatro Galli, sabato si apre la campagna abbonamenti

In foto: Lo spettacolo "Addio fantasmi"
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 7 ott 2022 12:33 ~ ultimo agg. 15:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si apre sabato 8 ottobre la campagna abbonamenti per la Stagione di prosa e danza 2022-2023 del teatro Galli di Rimini: un ritorno, dopo lo stop dettato dalle incertezze legate alla pandemia, che permetterà al pubblico di selezionare il proprio percorso teatrale preferito. Due i percorsi in cartellone che seguono la consueta distinzione: i turni ABC e il turno D altri percorsi.

Sabato 8 ottobre, in occasione della prima giornata di abbonamenti, la biglietteria del Teatro Galli sarà aperta dalle 10 alle 14 e, in via straordinaria, anche dalle 15 alle 17. Dalle 9.30 personale del teatro distribuirà i numeri per regolamentare l’accesso alla biglietteria.

La campagna abbonamenti proseguirà poi da martedì 11 ottobre negli orari di apertura della biglietteria (martedì a sabato dalle ore 10 alle 14; martedì e giovedì anche dalle ore 15 alle 17.30) fino al primo giorno di spettacolo di ogni turno (28 ottobre per i turni ABC, 29 novembre turno D). Biglietteria  tel. 0541 793811, email: biglietteriateatro@comune.rimini.it

Tutto il programma e gli aggiornamenti sul sito del teatro Galli www.teatrogalli.it.

turni ABC si aprono venerdì 28 ottobre (con repliche sabato 29 e domenica 30) con I due gemelli veneziani, diretto da Valter Malosti. Il programma prevede poi L’Attesa (22-24 novembre 2022), testo contemporaneo di Remo Binosi diretto da Michela Cescon, con Anna Foglietta e Paola MinaccioniAlessandro Serra porta al Galli La tempesta di William Shakespeare (21-23 dicembre 2022), mentre Maria Amelia Monti e Marina Massironi, sono le vulcaniche protagoniste de Il marito invisibile (17-19 gennaio 2023), commedia scritta e diretta da Edoardo Erba. Titolo tra i più attesi Mine Vaganti (17-19 febbraio 2023), trasposizione di uno dei pluripremiati film di Ferzan Ozpetk, affidato a un cast che vede Francesco PannofinoIaia ForteSimona MarchiniMassimo Popolizio dirige Uno sguardo dal ponte, dramma della gelosia di Arthur Miller (10-12 marzo 2023), mentre chiude il percorso Lazarus (5-7 aprile 2023) l’opera-rock ideata e voluta da David Bowie poco prima della sua scomparsa, che nella versione italiana proposta da Malosti vede nel cast Manuel AgnelliCasadilegoRoberto Latini, l’attrice e danzatrice Michela Lucenti.

Proposte che spaziano dai grandi classici contemporanei a lavori di ricerca per il programma del turno D-altri percorsi. Si apre martedì 29 novembre con L’Oreste di Francesco Niccolini, con Claudio Casadio, Attesa per il ritorno a Rimini di uno dei grandi Maestri del teatro italiano, Umberto Orsini, per portare in scena Le memorie di Ivan Karamazov (7 dicembre 2022). Il percorso prosegue con un altro capolavoro del Novecento: Aspettando Godot di Samuel Beckett (29 gennaio 2023), nella rilettura firmata dal grande regista greco Theodoros Terzopoulos. Completa il trittico di classici La peste di Camus. Il tentativo di essere uomini (2 febbraio 2023) un’inedita versione teatrale diretta Serena Sinigaglia. È invece una riflessione sulla condizione della famiglia di oggi Dei figli (25 gennaio 2023), di Mario Perrotta. Completano il cartellone due compagnie pluripremiate della scena contemporanea: Fanny&Alexander (1° marzo 2023) si affida a due attrici d’eccezione, Anna Bonaiuto e Valentina Cervi, per Addio Fantasmi, tratto dall’omonimo romanzo di Nadia Terranova e coprodotto da Ravenna Festival. È ambientato in una vecchia carrozzeria riadattata a cucina, Miracoli metropolitani, il lavoro più politico di Carrozzeria Orfeo (16 marzo 2023).