Indietro
menu
profughi ucraini

Il Trono di Verucchio per le famiglie ospitanti: intervista a Stefania Sabba

In foto: il sindaco di Verucchio Stefania Sabba
di Stefano Rossini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 3 ott 2022 17:20 ~ ultimo agg. 24 ott 16:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Trono di Verucchio 2022, il quarto dopo quelli consegnati nel 2019 al musicista-compositore Federico Mecozzi, nel 2020 all’Asp Valloni Marecchia e nel 2021 alla giovane tennista Lucia Bronzetti, premierà quest’anno le famiglie che hanno dato ospitalità ai profughi ucraini in fuga dalla guerra e dall’invasione russa che li ha costretti a cercare scampo all’estero.

“Da quattro anni a questa parte abbiamo deciso di insignire a un cittadino, un ente, un’istituzione che si sono particolarmente distinti per l’attività svolta, la sensibilità dimostrata, l’aiuto concreto portato in determinate situazioni, dando lustro con la loro opera, all’intero paese. E di farlo nell’ambito della Festa della Storia di ottobre in un ponte ideale fra chi è stato protagonista del passato e chi lo è dei giorni nostri.

Il nome e il simbolo utilizzato sono ovviamente dovuti al prezioso reperto ligneo villanoviano, fiore all’occhiello del nostro Museo Civico Archeologico e oramai simbolo del paese e della comunità verucchiesi” commenta la sindaca Stefania Sabba.

“In questo 2022 segnato purtroppo dal ritorno della guerra nel cuore dell’Europa – prosegue la sindaca – è nostra intenzione insignire tutte 12 le famiglie che hanno ospitato fra le mura domestiche i profughi ucraini o messo a disposizione un’abitazione e degli spazi: nella delicatissima fase emergenziale la nostra comunità ha risposto prontamente, ha mostrato ancora una volta grande spirito solidale e capacità di stringersi compatta di fronte ai bisogni del mondo dando rifugio a 18 donne, 21 bambini e un uomo e tenendo anche a battesimo due nuove vite.

Due bimbi nati qui in questi mesi di ospitalità. Lo annunciamo simbolicamente oggi nella Giornata Nazionale della Memoria e dell’Accoglienza istituita nel 2016: il 3 ottobre è infatti l’anniversario del tragico tragico naufragio in cui nel 2013 a Lampedusa persero la vita 368 persone che cercavano di raggiungere l’Europa e nel rivolgere il nostro pensiero a tutte le vittime di questi viaggi della speranza vogliamo ringraziare di cuore i nostri cittadini che sono sempre pronti ad aiutare chi soffre”.

Come detto, la cerimonia è in programma nel ricco calendario della Festa della Storia 2022 che si articolerà fra sabato 8 e domenica 16 ottobre: i Troni di Verucchio 2022 saranno consegnati domenica 9 ottobre alle 17 nella Chiesa di Sant’Agostino all’interno del complesso museale

Meteo Rimini
booked.net
]