Indietro
menu
a palazzo arpesella

A scuola in negozio e in magazzino. Inaugurato Ora Lab di Osfin

In foto: Ora Lab: la nuova struttura dedicata alla formazione professionale - inaugurazione presso la sede al Palazzo Arpesella di Rimini 28 Ottobre 2022 - (Ph © Giorgio Salvatori)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 28 ott 2022 14:13 ~ ultimo agg. 19:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ha aperto oggi a Palazzo Arpesella nel cuore di Marina centro a Rimini “Ora Lab” la nuova struttura dedicata alla formazione degli studenti di Osfin, la realtà di formazione professionale che da inizio anno è entrata a fare del gruppo Fondazione Unicampus San Pellegrino. Tre grandi ambienti allestiti come se fossero luoghi di lavoro permettono di fare pratica sul campo.

Si presentano come un negozio e un magazzino di merci, però non sono veri luoghi di lavoro ma laboratori in cui imparare un mestiere. Sono gli ambienti, insieme ad una grande aula informatica, di Ora Lab, il nuovo e creativo progetto che Osfin ha messo in campo grazie al contributo di alcune aziende del territorio: in particolare il gruppo Teddy e Zucchetti. Accompagnati dai docenti e da professionisti dei diversi settori in questo grande spazio ricavato al pianto terra di Palazzo Arpesella a Rimini saranno i 110 ragazzi tra i 14 e i 25 anni che frequentano i corsi professionali. Altissima la percentuale di ingresso nel mondo del lavoro per i ragazzi che frequentano corsi professionali, ma soprattutto per loro la possibilità di sviluppare talenti che nel percorso tradizionale di studio non erano emersi.

“Ora Lab” sarà utilizzato anche per il quarto anno di corso di Tecnico alla promozione e accoglienza turistica, del 1° IFTS Tecnico di promozione turistica in collaborazione con Cescot e da gennaio anche dal quarto anno di corso per Tecnico alle vendite.

La missione di Osfin è formare giovani e adulti attraverso il binomio formazione e lavoro in rapporto costante con le esigenze delle imprese e accompagnare la persona, nella sua interezza, fino all’ingresso nel mondo del lavoro. E grazie ai progetti “Academy IFTS”, percorsi d’alternanza scuola lavoro operati nell’anno finale di frequenza, al termine del periodo di apprendistato retribuito 17 studenti sono stati assunti a tempo indeterminato, lo scorso anno, da due aziende di Ravenna (ABR Impianti e CEMI Spa). Mentre, sono state 12 le assunzioni avvenute a Rimini in altrettante società di servizi turistici e a dicembre sono già state programmate nuove 12 assunzioni in qualità di addetto vendite e con “Academy IFTS Teddy”, l’impresa riminese inserirà nel suo organico 8 studenti giunti al termine del percorso studio e formazione di Osfin.

Al taglio del nastro hanno partecipato Massimiliano Marcellini, direttore Osfin Jobtain, Alessandro Bracci, presidente e Ad Gruppo Teddy, Stefano Arduini, presidente Osfin e Fondazione Unicampus San Pellegrino. Con loro Michele Zarri, responsabile area Formazione AECA, Chiara Bellini, vice sindaca Rimini, Mattia Morolli, assessore Lavori Pubblici, Edilizia Scolastica, Transizione Digitale e Roberta Frisoni, assessore Urbanistica e Pianificazione del Territorio, Edilizia Privata, Rigenerazione Urbana.

Con l’ingresso nel gruppo educativo nazionale Fusp e l’integrazione delle attività di Osfin abbiamo subito ampliato la qualità della nostra offerta formativa ed educativa. Ora Lab è la rappresentazione concreta di questo sforzo. Un esempio di virtuosa collaborazione tra scuola e imprese, dei frutti anche dell’impegno di privati all’interno di una dimensione di utilità collettiva. Noi accogliamo usciti o esclusi dalla scuola, chi non studia e non lavora e neppure lo cerca. Siamo una risposa efficace a un problema troppo esteso e sottovalutato. La dimostrazione arriva dai risultati ottenuti dalle nostre Academy. I risultati sono giovani che hanno scoperto talenti, potenzialità e sono in grado di esprimerle pienamente nel mondo del lavoro”.  Massimiliano Marcellini, direttore Osfin

Abbiamo aderito a questo progetto per il rapporto di stima e amicizia che ci lega a Osfin e perché ogni anno nell’Academy Teddy accogliamo decine di persone che imparano un lavoro. Spesso li vediamo rifiorire, trovare soddisfazione in ciò che fanno, fare carriera ed è una cosa bellissima. Questa ricchezza che viviamo e esperimentiamo la vogliamo condividere anche con altri, anche con la città. Per questo siamo entrati nel progetto ora­_lab di Osfin”. Alessandro Bracci, presidente e Ad Gruppo Teddy

C’è un tema centrale per il nostro Paese, il vuoto educativo, ormai siamo ben oltre quella che chiamavamo l’emergenza educativa degli scorsi decenni, che mettiamo di fronte ai giovani. Li abbiamo privati di lievito sale di ogni percorso educativo: stupore, entusiasmo, conoscenza. È necessario ripartire da scuole, siano esse università ITS, centri di formazione professionale, nate nel loro territorio e dal loro territorio, dentro una memoria e una storia. Fondamentale è, quindi, il collegamento con il mondo del lavoro. È il punto centrale di qualunque progetto formazione. L’obbiettivo è preparare i giovani ad inserirsi come agenti attivi nel mondo del lavoro. Per questo, è fondamentale un rapporto costante e più stretto tra i vari sistemi di formazione e l’universo socio-economico, così come sta avvenendo per Osfin”.  Stefano Arduini, presidente Fondazione Unicampus San Pellegrino

Sin dai primi giorni del mio mandato ho chiesto di visitare, al fianco delle scuole superiori, anche i centri di formazione professionale della nostra città. Entrando nelle aule e nei laboratori di realtà come quella inaugurata oggi ad Osfin mi è ancora più chiara e salda una convinzione che ho sempre avuto. Erroneamente considerati da certa opinione pubblica una sorta di educazione di serie B, questi centri di formazione professionale sono un esempio virtuoso della valorizzazione delle attitudini dei ragazzi e di incontro con il mondo del lavoro. Rappresentano una occasione per acquisire, ed eventualmente recuperare, abilità e competenze individuali per potenziare non solo le possibilità di inserimento nel mondo del lavoro, ma più in generale per crescere, autorealizzarsi e poter operare attivamente nella società”. Chiara Bellini, Vicesindaca Rimini con delega alle politiche educative e formazione del Comune di Rimini