Indietro
menu
tre mesi di eventi

Riccione, 100 anni di vita e grandi ospiti

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
dom 25 set 2022 14:45 ~ ultimo agg. 24 set 18:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Riccione inaugura i festeggiamenti per il suo centenario con quattro serate all’insegna della cultura tra musica, teatro e cinema. “Riccione, la festa infinita”, questo il titolo dato al ricco calendario di eventi e iniziative che dal 7 ottobre proseguiranno fino al 7 gennaio 2023. Prevista la partecipazione di ospiti di prestigio come Ron, Paolo Fresu, Pupi Avati e Stefano Massini. “Un grande palinsesto che ha soprattutto l’obiettivo  di recuperare la memoria storica della città”, ha spiegato la vicesindaca e assessora alla Cultura, Sandra Villa.


Riccione, la festa infinita. Stanno per partire gli eventi che animeranno la città per tre mesi, dal 7 ottobre 2022 al 7 gennaio 2023.

Mentre si avvicina una data fondamentale per la sua storia, quella che si celebra intorno al centenario della sua autonomia che avvenne con regio decreto n. 1439 il 19 ottobre 1922, la Città di Riccione entra nel suo primo secolo di vita con una festa che proseguirà oltre Natale.

Nel ricco calendario di eventi culturali e iniziative che partiranno con i festeggiamenti del compleanno, per proseguire fino dopo le festività natalizie, il primo ad aprire ufficialmente la programmazione è un appuntamento doppio.

Il 7 e 8 ottobre, su Piazzale Ceccarini, ad innescare questa “festa infinita” saranno due concerti unici, pensati appositamente dal Comune di Riccione per iniziare la festa infinita del Compleanno della città insieme a Balamondo World Music Festival.

Si tratta della partecipazione di due grandi nomi della musica nazionale ed internazionale: Ron accompagnato da un’orchestra sinfonica e Paolo Fresu, insieme ad altri prestigiosissimi colleghi, in un omaggio a David Bowie.

Venerdì 7 ottobre, Ron sarà accompagnato dalla Ensemble Symphony Orchestra diretta dal Maestro Giacomo Loprieno (un’orchestra italiana tra le più riconosciute per collaborazioni internazionali e progetti), insieme a Giuseppe Tassoni al pianoforte. Nella scaletta, i suoi classici intramontabili e le celebri hit che l’artista ha scritto per molti colleghi nel corso della sua prolifica carriera e naturalmente le sue canzoni più recenti.

Sabato 8 ottobre, Paolo Fresu interpreta David Bowie, in compagnia di un cast stellare: Petra Magoni, Filippo Vignato, Francesco Diodati, Francesco Ponticelli, Christian Meyer.

Il programma degli appuntamenti speciali di Balamondo World Music Festival a Riccione mette insieme artisti provenienti da linguaggi differenti che saranno sul palco insieme a Mirko Casadei e la sua band.

Dopo la musica, a chiudere questo primo fine settimana, domenica 9 ottobre ci sarà l’incontro con Pupi Avati, a Riccione per presentare il suo ultimo film, “Dante”. Il grande regista sarà accompagnato dal fratello e produttore Antonio Avati e dagli attori protagonisti Alessandro Sperduti (il giovane Dante) e Carlotta Gamba (Beatrice). La serata è organizzata in collaborazione con Giometti Cinema.

Speciale e particolarmente emozionante l’evento programmato nella giornata della vigilia del compleanno di Riccione. Martedì 18 ottobre, con ingresso libero, alle 21, al Palazzo del Turismo, Stefano Massini porterà in scena una versione speciale del suo “Alfabeto delle emozioni”. Trionfatore dell’ultima edizione dei Tony Awards, i premi Oscar del teatro mondiale, l’acclamatissimo autore, orgoglio italiano nel mondo, torna a Riccione per festeggiare la città che lo ha lanciato verso il successo. Era infatti il 2005 quando un giovane scrittore fiorentino vinceva il Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli” under 30 con il testo inedito “L’odore assordante del bianco”, dando definitivamente slancio a una carriera di successi internazionali, culminata appunto vincendo con l’opera “Lehman Trilogy” in cinque categorie del prestigiosissimo premio, assegnato a New York alla Radio City Music Hall, lo scorso giugno. A soli tre mesi da questo trionfo mondiale, e a ben 17 anni dal successo riccionese, Massini riannoda il filo del ricordo e regala alla città di Riccione uno dei suoi cavalli di battaglia, uno spettacolo che ha scritto e che porta in scena in prima persona, con la passione e la presenza scenica con cui da anni lo vediamo intervenire in tv con i suoi racconti del giovedì sera a Piazzapulita.

In un immaginario alfabeto in cui ogni lettera è un’emozione (P come Paura, F come Felicità, M come Malinconia…), l’autore di Lehman Trilogy trascina il pubblico in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili, con l’obiettivo unico di chiamare per nome ciò che ci muove da dentro. Scorrono visi, ritratti, nomi, situazioni. Ad andare in scena sono la forza e la fragilità dell’essere umano, dipinte con l’estro e il divertimento di un appassionato narratore.

Oltre a inaugurare i festeggiamenti per il Centenario del Comune di Riccione, Alfabeto delle emozioni è un’anteprima della stagione teatrale 2022/23, che inizierà a novembre con la 26a edizione del Riccione TTV Festival – storica rassegna dedicata alle arti sceniche e alle loro contaminazioni con gli altri linguaggi artistici – e proseguirà poi con gli spettacoli del cartellone Spazio Tondelli on the go, a cura di Riccione Teatro, che verranno presto annunciati.

Altri eventi si susseguiranno fino al 19 ottobre 2022 quando, nel cuore della città, il Parco di Villa Lodi Fè ospiterà una grande festa con il taglio della torta e tanta musica svelando in quell’occasione un palinsesto ricco di iniziative, mostre e spettacoli che accompagneranno Riccione fino ai festeggiamenti, prima del suo Patrono, San Martino, poi di  Natale e Capodanno.

“Con questi primi appuntamenti diamo il via al grande progetto dedicato al Centenario del Comune di Riccione 1922-2022. È solo un’anticipazione di un ricco calendario di eventi culturali e iniziative che a breve presenteremo nel dettaglio. Un grande palinsesto che ha soprattutto l’obiettivo  di recuperare la memoria storica della città: rassegne, incontri e progetti espositivi, editoriali, multidisciplinari e spettacolari che interessano l’intera comunità cittadina e le sue diverse realtà, coinvolgendo autori, artisti, ricercatori, insegnanti e studenti, unitamente a eccellenze culturali, associazioni, archivi, istituti, musei e biblioteche della città, del territorio regionale e nazionale, chiamati a rendere testimonianza e a raccontare un secolo di avvenimenti e di storia e nel contempo riflettere sul presente e sul futuro della città – ha sottolineato Sandra Villa, vicesindaca e assessora alla Cultura del Comune di Riccione –.  Abbiamo scelto di aprire questa lunga festa con 4 appuntamenti preziosi che hanno l’obiettivo di promuovere la Città di Riccione, quale luogo privilegiato per importanti appuntamenti culturali. Una grande festa, ma anche un progetto di assoluta qualità e prestigio artistico e che possa dare l’avvio ai festeggiamenti dei cento anni di Riccione con slancio vivace e partecipativo”.

]