Indietro
domenica 25 settembre 2022
menu
il 24 e 25 settembre

A Pennabilli torna la festa degli antichi frutti d'Italia

In foto: mercato frutti antichi
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mer 21 set 2022 15:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Gli Antichi Frutti d’Italia si incontrano a Pennabilli”. La manifestazione dedicata agli antichi frutti e alle tradizioni contadine, torna il 24 e 25 settembre nel borgo che Tonino Guerra, poeta e sceneggiatore, scelse come sede della sua casa e della sua vita. Due giorni che sono divenuti un appuntamento fisso per la valle, per mantenere vivo il rapporto con la terra ed i suoi prodotti. U

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Culturale Tonino Guerra, che anche quest’anno porta a Pennabilli, oltre al mercato dei frutti antichi e delle piante, mostre, incontri culturali e scientifici dedicati all’agricoltura, alla biodiversità, al paesaggio e alle tradizioni eno-gastronomiche. La manifestazione è arricchita quest’anno dalla tradizionale Mostra pomologica e della biodiversità, per scoprire con meraviglia le innumerevoli varietà esistenti e la Mostra Tonino Guerra e Carlo Bo “nella speranza di essere ancora un tuo amato scolaro”. A Pennabilli i visitatori potranno inoltre trovare il mercato, che pone al centro il lavoro degli artigiani. 

A fianco della festa il Festival di Cinema dei Luoghi dell’Anima, che proprio sul paesaggio e sui temi cari alla manifestazione, nella sua terza edizione ha lanciato un contest per documentari corti che siano focalizzati sulle tradizioni locali, le memorie e la storia di luoghi e persone, la tutela dell’ambiente e la sostenibilità. 

 

 

PROGRAMMA SABATO 24 SETTEMBRE 2022

Sabato si apre alle ore 11.30 al Museo il Mondo di Tonino Guerra presso la sede Associazione Tonino Guerra con l’incontro: Tradurre Tonino Guerra nella principale lingua di comunicazione, modera Luca Cesari e interviene Catherine Farwell.

La giornata prosegue alle 14.30 alla Chiesa di San Filippo per l’Inaugurazione Mostra nazionale pomologica e della biodiversità a cura di Stefano Tartarini e a seguire alle 15.00 all’Orto dei Frutti Dimenticati con l’Inaugurazione della XV Edizione della Festa degli Antichi Frutti, che vedrà la partecipazione degli ospiti della manifestazione e delle autorità. Alla stessa ora, l’apertura del Mercato dei frutti antichi e delle piante, di prodotti alimentari tipici del Montefeltro e di artigianato qualificato. Sempre all’Orto dei Frutti Dimenticati, alle 15.30 ci sarà una Degustazione di vecchi e nuovi sapori a cura del Vivaio Venturi.

Alle 16.30 al Palazzo del Bargello verrà inaugurata dal Magnifico Rettore dell’Università di Urbino Giorgio Calcagnini la Mostra Tonino Guerra e Carlo Bo, “Nella speranza di essere ancora un tuo amato scolaro”, a cura di Luca Cesari e Ursula Vogt.

Ci si sposta poi al Teatro Vittoria alle 17.00 per un incontro con il regista Francesco Costabile e, a seguire, la Premiazione del Contest Luoghi dell’Anima Short Doc, organizzato nell’ambito della terza edizione de Luoghi dell’Anima Italian Film Festival.

Sempre al Teatro Vittoria alle 18.00 Goffredo Fofi, Francesco Costabile, Raffaele Milani e Luca Cesari dialogheranno su Pier Paolo Pasolini e la poesia di Tonino Guerra.

Dopo l’incontro, il regista Francesco Costabile presenterà il suo documentario In un Futuro Aprile – Il giovane Pasolini (80’), realizzato con Federico Savonitto.

Alle 20.00 all’Orto dei Frutti Dimenticati, ci sarà un momento di Musiche, canti e danze popolari dell’Emilia Romagna insieme a La Carampana, con assaggi a cura del ristorante Il Piastrino e dei Contadini di Romagna.

Sabato si chiude con la proiezione, alle 21.00 al Teatro Vittoria, del film Una Femmina (102’) di Francesco Costabile

PROGRAMMA DOMENICA 25 SETTEMBRE 2022

La giornata si apre alle 11.00 al Museo il Mondo di Tonino Guerra presso la sede dell’Associazione Tonino Guerra, con un incontro sul Cambiamento climatico e agricoltura: il ruolo delle antiche varietà. Intervengono: Guido Cardelli Masini Palazzi, Giuseppe Salvioli e Claudio Buscaroli. Introduce Anahi Bucci, coordina l’incontro Laura Giamperi. Al termine, un piccolo assaggio dei prodotti della Festa e non solo a cura di Fondazione Valmarecchia.

Nello stesso luogo, alle 16.00 Umberto Piersanti presenterà la nuova edizione del suo libro Luoghi persi, edizioni Crocetti Editore, che contiene una parte inedita rispetto alla prima edizione. L’incontro sarà introdotto da Luca Cesari e presentato da Andrea Lepretti. “L’anima. Io non avevo mai capito / da dove l’anima viene tra gli spini / ma l’anima è piccola, fatta d’aria / passa tra gli spini e non si graffia” (estratto da Luoghi persi).

LABORATORI, ATTIVITA’ E PASSEGGIATE

Anche quest’anno ampio spazio viene dato agli artigiani che con dimostrazioni e presentazioni faranno conoscere al pubblico i segreti di attività che stavano scomparendo e che, grazie alla loro sapienza ed audacia, vengono recuperate e diventano ricchezza per il territorio e per l’intera comunità. Con le parole del Maestro Tonino Guerra, questo è un vero e proprio invito a lasciarsi guidare dalle loro mani: “È uno spettacolo di bellezza veder lavorare un fabbro, un ceramista, uno stampatore. Vedere prender forma la creatività e la bravura. Bisogna valorizzare gli artigiani. Proviamoci. Insieme.”

Si comincia sabato 24 settembre tra le 15.30 e le 17.30 con la dimostrazione L’arte dell’intreccio del vimini a cura di Nonno Beppe e alle 16.00 La stampa su tela a cura di Stamperia Pascucci.

Domenica 25 settembre, si prosegue con la costruzione e il lancio degli aquiloni dal Roccione a cura delle Contrade di Urbino.

Il programma è ricco anche di passeggiate e visite guidate, a partire dal sabato mattina alle ore 9.00 con la passeggiata all’Infanzia del mondo, a cura dell’Associazione D’là de Foss. Un percorso di 3 ore circa, con partenza dalla sede del Musss, adatto +8 anni, GAE Nicola Ianni (info e prenotazioni Luigi 3791332819).

Nelle giornate di sabato e domenica tra le 15.30 e le 17.30 sarà possibile visitare la Casa dei Mandorli dove visse e lavorò il Poeta Un continente, un bastimento, un luogo di memoria che permette viaggi e ricordi pur stando fermi. Su prenotazione (prenotazioni.atg@gmail.com)

Domenica 25 prosegue con altre passeggiate, a cominciare dalla mattina alle 10.00 con La dolce terra! Escursione contadina per riscoprire il valore e il sapore del delicato ciclo che porta gusto e nutrimento sulle nostre tavole. Rassegna MICROCOSMI, Inserita in Vivi il verde Emilia Romagna, adatto +8, GAE Nicola Ianni, su prenotazione e a pagamento (Margherita 3287268745).

Sempre domenica alle 10.30 i visitatori potranno scoprire l’Orto dei Frutti Dimenticati, il primo intervento del poeta Tonino Guerra a Pennabilli, che voleva recuperare i valori della civiltà contadina e la “devozione per la terra” attraverso il gusto autentico dei frutti dimenticati. Inserita in Vivi il Verde Emilia Romagna (info e prenotazioni Giovanna 3929055251).

La manifestazione offre quest’anno anche due mostre. Oltre alla tradizionale e apprezzatissima Mostra nazionale pomologica e della biodiversità, a cura di Gigi Mattei Gentili, che vuole far scoprire al pubblico le tante e diverse varietà di frutti e piante antiche, quest’anno l’offerta si arricchisce della Mostra Tonino Guerra e Carlo Bo a cura di Luca Cesari e Ursula Voigt, che svela il rapporto ultradecennale che ha legato due grandi personaggi del panorama culturale italiano e non solo.

Altre notizie