Indietro
menu
il cordoglio

Si è spento Giancarlo Ramberti, imprenditore e politico appassionato

In foto: Giancarlo Ramberti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 22 ago 2022 14:08 ~ ultimo agg. 23 ago 09:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è spento a 82 anni Giancarlo Ramberti, titolare dello storico laboratorio di arti grafiche riminese. E’ stato esponente del PRI riminese e poi dei DS e del Partito Democratico. Ha fatto parte del direttivo della locale Confartigianato. La camera ardente è allestita presso il Cimitero di Rimini oggi, lunedì 22 agosto, fino alle 17.30.

La Confartigianato di Rimini ricorda “la fortuna di aver goduto per decenni della straordinaria qualità personale e imprenditoriale di Giancarlo Ramberti. Giancarlo è stato protagonista di tante iniziative, consigliere prezioso, uomo d’impresa sempre lucido e concreto. Con la sua azienda ha contribuito al progresso economico del territorio, con la sua umanità ci ha donato un’amicizia che resta fra i tesori preziosi della storia dell’Associazione. Confartigianato Imprese Rimini lo piange insieme alla città e abbraccia la famiglia in questo momento così doloroso”.

La presidente dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna Emma Petitti: “Ci lascia Giancarlo Ramberti, un grande repubblicano, laico e molto aperto al confronto. Ho avuto modo in questi anni di militanza politica di conoscerlo bene, prima nei Ds e poi nel Pd. Un uomo colto e rispettoso degli altri con cui era sempre bello confrontarsi. Un vero signore, che mancherà a tutta la comunità politica del nostro territorio. Mi stringo al figlio Andrea e alla famiglia tutta. Riposa in pace caro ‘Cicci’”.

Il circolo del Partito Democratico del V Peep/Villaggio 1° Maggio/Grotta Rossa “esprime le più sentite condoglianze alla famiglia di Giancarlo Ramberti, storico tipografo/editore di Rimini e nostro iscritto, dai primi anni del 2000. Giancarlo è stato da sempre un militante con una forte passione politica, che lo portò dal 1989 al 1992 a ricoprire la carica di Segretario Provinciale del Partito Repubblicano poi come candidato al Consiglio Comunale, ed infine come militante PD sin dalla sua fondazione. Una grande persona, ma prima di tutto un compagno a cui va tutto il nostro ringraziamento per l’impegno di questi anni speso per la collettività”.