Indietro
sabato 4 febbraio 2023
menu
Iniziativa della CEnto Fiori

Incontri sull'erba. Si parla di Fellini bambino con Bagnaresi e Gori

In foto: lo storico Bagnaresi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 2 giu 2022 15:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Debutto all’insegna di Federico Fellini venerdì 3 giugno alle 21 per gli Incontri con l’autore sull’erba, il programma di dialoghi sulle novità editoriali locali in programma nel parco della Serra Cento Fiori (via Galliano 19, ai bordi del parco XXV aprile). All’infanzia del regista riminese infatti è dedicata l’ultima fatica letteraria di Davide Bagnaresi, ricercatore riminese, Federico Fellini. Biografia dell’infanzia, edizioni Sabinae – che dialogherà con l’amico – ed esperto di cinema nonché poeta – Gianfranco Miro Gori, in una serata coinvolgente.

Il lavoro di ricerca di Davide Bagnaresi – storico che da anni collabora con l’Università di Bologna occupandosi di tematiche legate al mare, turismo e al motociclismo – sull’infanzia e la giovinezza di Federico Fellini nella sua città nativa ha portato a ricostruire il capitolo mancante della biografia storica del genio riminese: i documenti, i fatti e le curiosità sull’infanzia di un ragazzo che un giorno partì da Rimini. Federico Fellini infatti non nasce in un treno in corsa, non scappa da bambino con il circo né tantomeno giunge a Roma da solo, nel 1939, pronto a sfondare nel mondo del cinema. Federico Fellini è un ragazzo all’apparenza come tanti altri. Proviene da una famiglia medioborghese, muove i suoi primi passi nel clima severo della piccola provincia. Esattamente come i suoi coetanei studia, si diverte a fare scherzi con gli amici, va al cinema e ha una fidanzatina. Mostra però sin dall’infanzia una passione sfrenata per i burattini e un certo talento per il disegno.

Ma quali esperienze hanno caratterizzato l’infanzia del piccolo Federico? Quali sono realmente i luoghi della sua adolescenza e quanto le dinamiche del borgo nativo hanno influito su quel diciannovenne che ancora sconosciuto giunge alla stazione Termini? Ecco, l’incontro con Davide Bagnaresi e Gianfranco Miro Gori risponderanno a tante domande.

La rassegna proseguirà il 10 giugno, sempre alle 21, con Sabrina Foschini, curatrice di due volumi La mia storia nell’arte. Ritratti di gatti indimenticabili e La mia storia nell’arte. Ritratti di Cani indimenticabili, editi da NFC Edizioni, che vedono i contributi di Lia Celi, Sabrina Foschini, Alessandro Giovanardi e Massimo Pulini. Con la curatrice interverranno Alessandro Giovanardi e Vera Bessone. Altri due appuntamenti con gli autori sono in corso di definizione per luglio e agosto.

Ricordiamo che il giorno seguente, sabato 4 giugno alle 21 altro debutto, dedicato ai giovani che si affacciano al mondo della musica: è Rockwood, il contest per bande giovanili del territorio riminese. Dopo due lunghissimi anni di pandemia, la Cooperativa Sociale Cento Fiori ha inteso creare un’occasione per i giovani musicisti che non hanno potuto esercitare abbastanza passioni, talenti e lo stare insieme. Rockwood vuole essere l’occasione per riscoprire la musica e confrontarsi con un palco, un vero service audio, una giuria di esperti e l’energia galvanica del pubblico. Le selezioni sono ancora in atto, basta mandare una mail a rockwood@coopcentofiori.it, il palco aspetta i ragazzi anche il 2 luglio, mentre per i vincitori ci sarà un concerto tutto per loro in data da definire.

Altre notizie
Meteo Rimini
booked.net