Indietro
menu
Consiglio tematico

Progetto SS16. Petrucci (Pd) attacca: nel centrodestra "buffe contraddizioni"

In foto: Matteo Petrucci
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 22 apr 2022 12:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il progetto della nuovo Statale 16, l’avanzamento dell’iter procedurale e i possibili sviluppi sono stati al centro del consiglio comunale tematico di giovedì sera a Rimini. Dalle amministrazioni comunali coinvolte dal progetto di ANAS (da Bellaria a Misano), spiega il capogruppo del Pd Matteo Petrucci, è stata ribadita la strategicità e la necessità di un intervento atteso. Di diverso avviso il centrodestra che, sempre secondo Petrucci, è incorso in evidenti e perfino buffe contraddizioni. Primo esempio: la seduta si è aperta con le parole del Consigliere Enzo Ceccarelli che ha spiegato il motivo per cui la Lega abbia richiesto la convocazione di tale Consiglio. Il Ceccarelli oggi barricadero è lo stesso che da sindaco di Bellaria per 10 anni giudicava, scriveva, approvava il progetto della nuova SS16 come strategico? Per non parlare dei classici affondi demagogici di Renzi, con i suoi incitamenti a scendere in piazza per fare la rivoluzione.” Secondo il capogruppo del Pd l’opposizione ha cercato di “strumentalizzare a fini politici una questione importantissima come il progetto della SS16 che viene avanti da almeno 25 anni. Di fatto per il centrodestra di Rimini la nuova Statale 16 non serve, va stracciata oppure messa in stand by fino al 2042. Certo sono legittime e giuste le preoccupazioni degli agricoltori coinvolti dal tracciato, ma è vero esistono tantissimi altri cittadini e moltissime imprese del nostro territorio che attendono l’opera per vedere la loro qualità della vita innalzarsi. Ad esempio le strade oberate di traffico in zona Orsoleto, verrebbero enormemente alleggerite dal passaggio dei mezzi. Gli esponenti del centrodestra sviliscono l’importanza di un percorso che tutti gli intervenuti, loro inclusi, hanno definito fondamentale. Anche i rappresentati delle categorie agricole, pur evidenziando l’impatto ambientale del tracciato stradale che auspicano possa essere migliorato, hanno confermato a chiare lettere l’imprescindibilità dell’opera. Insomma nel corso del Consiglio nessuno, e sottolineo nessuno, ha parlato di un’infrastruttura inutile. Del resto sarebbe folle mettere in discussione 350 milioni di euro di investimento sul solo territorio del Comune di Rimini“. Petrucci ricorda poi che la maggioranza ha presentato e approvato un Ordine del Giorno “che cerca di valorizzare il progetto già esistente, cercando inoltre di recepire le istanze avanzate dalle categorie agricole. Infatti abbiamo impegnato la Giunta a: monitorare e verificare l’andamento dei lavori da parte di ANAS, secondo la modalità e gli step già previsti dal progetto e dall’iter autorizzati; adoperarsi per verificare, insieme al soggetto attuatore ANAS, le eventuali opportunità di miglioramento del progetto attuabili per mitigarne l’impatto sull’ambiente, ottimizzarne ulteriormente l’efficienza pratica, favorendo l’alleggerimento del traffico sulla viabilità urbana e lo sviluppo di imprese che possano sfruttare la nuova infrastruttura; approfondire la possibilità di connettere in modo efficace e veloce il tracciato della nuova SS16 con l’ingresso ovest della Fiera di Rimini, al fine di migliorarne l’accessibilità veicolare privata tramite un nuovo percorso di raccordo con il casello di Rimini nord che sfrutti il tracciato della nuova SS16“.