Indietro
menu
fino al 18 settembre

70 capolavori di Steve McCurry in mostra a Villa Mussolini

In foto: Agenzia CIVITA, mostra Steve MC Curry a Riccione©Riccardo Gallini/GRPhoto
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mer 13 apr 2022 16:03 ~ ultimo agg. 14 apr 12:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sembra di sentire i rumori dei luoghi, le voci dei protagonisti, è come immergersi nelle loro storie di dolore e di speranza. Gli scatti di Steve McCurry sono magnetici, trascinano chi li guarda nei mondi che immortala con la sua macchina fotografica. 70 capolavori del maestro americano sono da oggi in mostra a Villa Mussolini di Riccione in una personale promossa da Civita Mostre e Musei e curata da Biba Giacchetti, che resterà aperta fino al 18 settembre.

Steve McCurry Icons”  raccoglie alcuni degli scatti iconici del fotografo che ha raccontato tragedie collettive, come l’11 settembre o il terremoto in Giappone, ma anche l’amato e martoriato Afghanistan, dove dal 1980 è tornato più di 40 volte, spesso con i rullini cuciti addosso, per raccontare la tragedia di quel popolo, riflessa negli occhi chiari di Sharbat Gula, la ragazza diventata un simbolo mondiale. Ogni fotografia è frutto di lunghe attese per raccogliere l’attimo perfetto, che però può arrivare anche d’improvviso e inatteso come nel caso di desert storm, che ritrae un gruppo di donne in Rajastan che si proteggono da una folata di vento durante la stagione dei monsoni.

Si può visitare la mostra accompagnati da un’audioguida con la voce di McCurry.

 

Presentiamo un’iconica mostra di Steve McCurry, fra i principali fotografi internazionali. La sua fama deriva dalla capacità di cogliere frammenti di vita e di dargli un significato mediante la raffigurazione delle emozioni, delle persone ritratte, dei colori, dei luoghi. In questo momento così delicato, le opere esposte – tratte da una pluralità di Paesi di tutto il mondo – stanno a simboleggiare la ricerca di serenità e di pace di cui tutti abbiamo bisogno. Ringraziamo il Comune per questa nuova iniziativa culturale che ci vede partecipi al suo fianco e che contribuisce ad arricchire l’offerta culturale e turistica della Città di Riccione”, afferma Giorgio Sotira, CEO di Civita Mostre e Musei.

 

“Un’altra grande mostra celebra un artista internazionale e arriva a Riccione. Il talento artistico e la fama di McCurry non hanno bisogno di presentazioni, ma poter ammirare alcuni tra i suoi scatti più celebri, vere e proprie opere d’arte, nelle nuove sale di Villa Mussolini, da adesso a settembre, mi riempie di orgoglio. Offrire ai visitatori una mostra di impareggiabile livello in cui Riccione si presenta come un grande palcoscenico di eventi di primaria grandezza rappresenta la volontà che ci ha spinto in questi anni a lavorare incessantemente per presentare alla città e ai suoi turisti, sempre fedeli e numerosi nonostante la situazione sanitaria, appuntamenti e manifestazioni di valore e bellezza”, afferma Renata Tosi, Sindaco di Riccione.

 “Il settore della cultura è stato uno tra i più colpiti dalla pandemia per la chiusura dei suoi spazi e per le restrizioni che hanno coinvolto inevitabilmente il pubblico. Adesso più che mai è avvertito con forza tra le persone il bisogno di bellezza per riprendere a coltivare ciascuno i propri interessi. Ed è stata proprio questa esigenza che ci ha spinto ad investire su esposizioni di mostri sacri della fotografia mondiale, prima Erwitt ora McCurry. Investiamo quindi su contenuti di alto livello così come sui contenitori, penso non solo alla rinnovata Villa Mussolini divenuta una vera sede espositiva per rassegne ad ogni livello ma anche allo Spazio Tondelli, nuovo contenitore culturale per la città. Qualità, innovazione e meraviglia sono le parole d’ordine della ricchissima programmazione culturale e turistica che ci attende in questa primavera- estate passando per numerose iniziative legate ad uno spettacolare sport”, asserisce Stefano Caldari, assessore Turismo Cultura Eventi.

“Saluto con entusiasmo la Città di Riccione che ha voluto accogliere questa mostra tanto amata dal pubblico italiano, le immagini esposte sono frutto di una selezione operata congiuntamente da me e dall’autore, con cui collaboro da 25 anni, per raccontare con le sue immagini più amate il percorso appassionante della sua carriera.”, dichiara Biba Giacchetti, Curatrice della mostra.