Indietro
menu
Le modalità degli ampliamenti

Rimini Open Space, proroga approvata. Fine delle esenzioni, ci sarà lo sconto

In foto: Rimini Open Space
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 31 mar 2022 15:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Via libera da parte della Giunta comunale d Rimini al progetto “Rimini Open Space” che, come già annunciato nei giorni scorsi, viene prorogato fino a fine anno per dare la possibilità alle attività economiche di ampliare i propri spazi all’esterno e di farlo attraverso uno snellimento delle procedure di richiesta.

La Giunta ha approvato la delibera che conferma fino alla fine dell’anno, in continuità con quanto fatto finora, la possibilità dell’ampliamento massimo fino al 50% della somma della superficie interna dell’esercizio e del suolo pubblico esterno precedentemente autorizzato. Per richiedere la concessione, sarà sufficiente presentare all’ufficio competente un’autodichiarazione in cui si dovrà dichiarare che l’occupazione rispetta le disposizioni del Codice della Strada e non andrà a collocarsi sugli attraversamenti pedonali, in corrispondenza delle fermate dell’autobus o di passi carrabili, che la stessa non occluderà il libero ingresso nei negozi, nelle abitazioni, nei cortili e che sarà collocata ad almeno 5 metri dalle intersezioni stradali.

Le istanze presentate e le concessioni rilasciate saranno poi trasmesse alla Polizia Municipale e all’Ufficio Arredo Urbano per le verifiche e i provvedimenti di competenza. Dal 1 luglio, per il rilascio delle occupazione di suolo pubblico, gli uffici comunali competenti dovranno anche acquisire l’autorizzazione della Soprintendenza, così come previsto dal decreto legge Mille proroghe.

Per quanto riguarda i canoni oggi, 31 marzo, è l’ultimo giorno previsto dalla Legge di bilancio per l’esenzione dal pagamento del canone unico patrimoniale per le occupazioni di suolo pubblico da parte di imprese di pubblico esercizio e per l’esercizio del commercio su aree pubbliche. Dal 1° aprile l’Amministrazione comunale intende mantenere comunque una forte agevolazione del pagamento della Cosap: dal 1 aprile e fino al 31 dicembre 2022, per le occupazioni di suolo pubblico esterno, il canone dovuto sarà scontato del 30% rispetto a tutta l’occupazione complessiva e per tutte le categorie economiche (ambulanti, pubblici esercizi, esposizioni di merci, parcheggi per attività commerciali, manifestazioni fieristiche, attività sportive, ricreative e di spettacolo). E’ inoltre prevista la proroga al 31 ottobre della scadenza dei termini previsti in via ordinaria per il pagamento del canone.