Indietro
menu
Senza interruzioni del traffico

Prosegue la riqualificazione viali delle Regine. Le modifiche alla circolazione

In foto: viale Regina Elena - via Giusti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 23 feb 2022 15:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono ripresi in questi giorni i lavori di completamento e finitura per la riqualificazione e la valorizzazione identitaria dei viali delle Regine, sospesi durante l’estate e nelle festività per consentire lo svolgimento regolare delle attività commerciali. Il programma di riqualificazione ha interessato il tratto compreso tra viale Tripoli e viale Alfieri, e si completerà in questi giorni con la posa degli elementi di arredo urbano, inserti in pietra colorata nelle pavimentazioni e realizzazione degli attraversamenti pedonali sulle vie Carducci e Giusti.

Le opere di segnaletica richiederanno una modifica temporanea della viabilità solamente in corrispondenza del tratto iniziale di viale Carducci e via Giusti con istituzione del doppio senso di marcia alternato per i residenti. Soluzione che consentirà comunque la totale fruizione degli accessi alle proprietà su dette strade per un periodo di cinque giorni ciascuno. Gli interventi non comporteranno l’interruzione della viabilità su viale Regina Elena.

Questo intervento fa parte della strategia di rigenerazione urbana suddivisa in quattro tratti – Viale Vespucci, Viale Regina Elena, Viale Regina Margherita e Viale Principe di Piemonte – e organizzata in fasce orizzontali funzionali, ovvero quella del viale pedonale; che ospita a tratti l’inserimento di nuovi spazi urbani con la possibilità di collocare dehors a servizio dei pubblici esercizi; la fascia per la carreggiata a doppio senso di marcia; e quella per il marciapiede lato mare. Il primo intervento in fase di conclusione è stato appaltato alla ditta “Sear Costruzioni Stradali Spa” di Cesena e ha consentito l’ampliamento degli spazi urbani senza variare gli stalli di parcheggio a servizio delle attività e dei residenti.