Indietro
menu
sale l'esasperazione

Nuovo lungomare a Viserba e traffico. Non c'è pace per gli arredi

In foto: la panchina danneggiata (la Viserba che vorremmo)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 19 feb 2022 19:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si allunga a Viserba la serie di danneggiamenti più o meno consistenti all’arredo del nuovo lungomare, alle prese con una difficile convivenza con il passaggio del traffico: un passaggio che molti chiedono di limitare drasticamente, anche fuori dalla stagione estiva. Pochi giorni fa una palma è stata abbattuta da un’auto e oggi è toccato a una panchina all’altezza di via Burnazzi. Ma i casi di danneggiamento sono già diversi, e a questi si aggiungono la preoccupazione per l’usura del nuovo manto stradale con il passaggio sostenuto del traffico e situazioni di parcheggio indisciplinato.

In estate scatterà di nuovo il divieto di accesso nella zona pedonale ma le videocamere ai varchi per il controllo automatico delle autorizzazioni non saranno ancora in funzione. A farsi portavoce della richiesta di una pedonalizzazione “radicale” estesa a tutto l’anno è in particolare il gruppo “La Viserba che vorremmo”, che dopo essersi battuto per anni per avere il nuovo lungomare chiede ora all’Amministrazione un pronunciamento finalmente definitivo a tutela della zona pedonale.

la panchina ‘incerottata’