Indietro
menu
preoccupati da tempistiche

Concessioni. Vanni incontra Salvini: serve confronto con categorie

In foto: Mauro Vanni e Matteo Salvini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 22 feb 2022 13:42 ~ ultimo agg. 14:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Prosegue il lavoro di Confartigianato Imprese Demaniali per stimolare il Parlamento ad orientare i suoi provvedimenti verso una Legge che protegga le aziende in vista delle evidenze pubbliche del 2024.

Il Presidente Mauro Vanni ha incontrato il Sen. Matteo Salvini: al centro del confronto la proposta emendativa al disegno di legge annuale per il mercato e la concorrenza, approvata il 15 febbraio dal Consiglio dei Ministri. Da parte del Presidente Vanni sono stati rappresentati gli aspetti prioritari a tutela del comparto balneare in relazione alle problematiche che ancora costituiscono motivo di estrema preoccupazione per le imprese del settore e che occorre affrontare in maniera decisiva. Tra queste, l’incertezza rispetto ai tempi per la realizzazione della mappatura dei beni demaniali, per misurare l’effettivo utilizzo e disponibilità del bene, propedeutica ad un approccio equo e razionale di riordino delle concessioni. C’è poi il tema della ravvicinata scadenza dei termini per la predisposizione delle procedure ad evidenza pubblica e assegnazione delle concessioni.

La fase di attuazione del percorso delineato dal Governo e la definizione delle nuove regole – chiede il Presidente Vanni – è fondamentale vedano il coinvolgimento e il confronto più stretto con le Organizzazioni di Categoria. Il loro contributo è in grado di apportare competenza e conoscenza, a salvaguardia dell’attività delle imprese del comparto, della continuità delle concessioni demaniali marittime, della tenuta del sistema turistico-balneare italiano”.