Indietro
menu
lavori anche alle tubazioni

Cattolica, parte la riqualificazione della passeggiata di ponente

In foto: la rimozione delle tavole in legno
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 15 feb 2022 13:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si sono avviate a Cattolica le attività per lo smontaggio delle assi in legno dell’attuale passeggiata di ponente grazie alla collaborazione tra bagnini e amministrazione comunale. “Opere propedeutiche e necessarie – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Enrico Ugoliniper la verifica dei sottofondi ed il successivo intervento manutentivo che partirà nei prossimi mesi dopo la condivisione con la cittadinanza, l’approvazione del progetto e l’acquisizione del parere da parte della Soprintendenza”.

I lavori saranno effettuati tramite accordo quadro e la previsione è quella di realizzare un primo tratto, che va dalla via Fiume sino alla via Firenze, prima della stagione estiva. Rimane confermato l’obiettivo dell’amministrazione di perseguire la progressiva sostituzione della pavimentazione che, oltre ad essere vetusta, ha dimostrato la propria pericolosità in diverse occasioni con incidenti che hanno riguardato turisti e cittadini. “Cerchiamo di fare il meglio e il più celermente possibile. Se le tempistiche lo consentiranno – continua Ugolini – si potrebbe estendere questo primo tratto oltre la via Firenze. L’intera passeggiata, comunque, verrà completata entro la fine dell’anno. Nei prossimi giorni comunicheremo una data per presentare il progetto alla cittadinanza ed illustralo nei dettagli. In precedenza, invece, abbiamo avuto un incontro con i rappresentati delle tre cooperative bagnini della città che ringraziamo per la collaborazione e per il lavoro”.

Intanto, durante la seduta di ieri, la Giunta Comunale ha discusso anche riguardo al tema della tubazione delle acque di magra (ndr, il regime di minima portata) del torrente Ventena. Il tratto fra la scogliera e la linea di battigia è affiorato rendendosi visibile e pericoloso. Si tratta di un impianto realizzato negli anni ’90 e su proposta degli uffici tecnici comunali, con un intervento da circa 100 mila euro, il tratto di condotta verrà rimosso con la contestuale realizzazione di un pozzetto interrato. Quest’ultimo consentirà un eventuale ripristino del tratto di condotta che verrà valutato nei prossimi mesi successivi all’intervento. Le operazioni di dismissione e realizzazione del pozzetto richiederanno un periodo di circa due mesi e mezzo. “Confidiamo che l’intervento – conclude Ugolini – possa essere risolutivo e tecnicamente soddisfacente. Diamo così una risposta a cittadini, turisti ed operatori economici, su una problematica che, oltre a deturpare visivamente il tratto di costa, risultava pericolosa per i bagnanti”.