Indietro
menu
comune e privati in campo

Liceo musicale all'Einstein. In attesa del via libera si attiva rete di sostegno

In foto: il liceo Einstein
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 12 gen 2022 15:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ ancora in attesa che la Regione Emilia-Romagna, in accordo con l’Ufficio Scolastico Regionale, ne confermi la nascita ufficiale (la decisione dovrebbe essere questione di giorni) ma dal 4 gennaio è già possibile iscriversi per il prossimo anno scolastico al nuovo liceo musicale dell’Einstein. Intanto la giunta comunale di Rimini si muove per dare forza al progetto e ha approvato l’atto di costituzione della rete di sostegno per la richiesta di attivazione del liceo musicale e coreutico.

Il Liceo Scientifico Einstein possiede già una dotazione di base di strumentazioni musicali e di locali idonei che permetterebbe di ospitare, da subito ed in piena operatività, il nuovo corso. Già nel 2002 la scuola attivò un laboratorio musicale pomeridiano che dall’anno scolastico 2006/2007 si è trasformato nel progetto di una sezione di Liceo Scientifico con offerta formativa musicale extracurricolare. Dal 2020 questa opportunità è stata estesa a tutti gli studenti del Liceo, indipendentemente dall’indirizzo di studi; nel maggio 2021 è stata inoltre inaugurata nel giardino della scuola la “Casa della Musica” . Una storia che ha creato le condizioni favorevoli all’avvio del corso musicale.

Oltre al Comune e alla Provincia di Rimini, hanno chiesto di fare parte della rete di sostegno anche l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Lettimi” di Rimini e il Gruppo Società Gas Rimini; a questi si aggiunge la manifestazione di interesse anche da parte di Confindustria. I vari soggetti, al di là del contributo economico, sono in grado di svolgere un ruolo di “pivot” di rete molto importante per garantire la sostenibilità del Liceo, per promuoverne i prodotti artistici, nonché per favorire la collocabilità degli studenti al termine del percorso di studi.

Un passaggio importante, innovativo e non scontato – spiega Chiara Bellini, Vice Sindaca con delega alle politiche educative del Comune di Rimini – propedeutico allo sviluppo di un percorso verticale di educazione musicale locale, in grado di dare continuità a chi voglia, sin da piccolo, e fino all’età matura, cimentarsi negli studi di alta formazione musicale. Il tassello che ad oggi manca è proprio quello della scuola secondaria superiore, un passaggio che vorremmo completare anche grazie alla costituzione della rete di sostegno oggi approvata in Giunta. Un percorso che parte da lontano e che vede nella costituenda rete pubblico privata a sostegno della candidatura del Liceo Einstein, una interessante sperimentazione che potrebbe essere replicata in futuro anche per altre scuole. Non si tratta infatti solo di una partecipazione economica, comunque molto importante, ma di un coinvolgimento attivo delle diverse anime della città in un percorso in grado di elevarne l’offerta didattica e culturale. Una volta ultimata formalmente la rete di supporto, rimarremo in fiduciosa attesa della decisione da parte dell’Ufficio scolastico regionale, con il quale abbiamo già avuto diversi e proficui incontri. Con l’approvazione della delibera, l’Amministrazione si impegna anche a sviluppare collaborazioni ed opportunità per dare la possibilità ai giovani studenti di potersi esibire negli spazi musicali e nei teatri di una città sempre più sensibile e attenta al valore educativo e formativo della musica e dell’arte”.