Indietro
menu
Polizia di Riccione, Misano, Coriano

La truffa del finto conoscente. Un video per mettere in guardia

In foto: dal video della Polizia di Riccione, Coriano, Misano
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 26 nov 2021 13:01 ~ ultimo agg. 13:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Continua la campagna social della Polizia Locale di Riccione, Coriano e Misano contro le truffe e i raggiri che vedono spesso come vittime anziani. Un nuovo video affronta la modalità del raggiro che vede malintenzionati approcciare gli anziani fingendosi conoscenti di familiari per poi chiedere aiuti economici o vendere qualcosa a prezzo eccessivo.

“Vi ricordate la truffa del ‘pacco’? – spiega il post – Oggi una variante di questa truffa si propone con un approccio aggiornato e fatto a misura per i nostri anziani, perché fa leva sul loro buon cuore e anche sulla memoria a volte ballerina dei nostri nonni. In genere in posti isolati una gentile signorina o un gentile ragazzo vi verranno incontro allegri e sorpresi di vedervi dopo tanti anni. Vi racconteranno di essere figli di un vostro caro amico o amica e che loro erano molto piccoli quando frequentavate la loro famiglia, forse per questo sarà difficile da ricordare! La storia andrà avanti con un racconto che farà leva sulla compassione, raccontando di problemi di lavoro, quindi economici, con una famiglia da mandare avanti. Finirà poi con una richiesta di aiuto, a volte in denaro ma più spesso con la proposta di acquistare giubbotti o altri articoli che vi mostreranno nel baule della loro auto. Il buon cuore dei nostri nonni li porterà sempre ad acquistare qualcosa, a costi elevati per prodotti davvero di scarsa qualità, un vero raggiro con i fiocchi! Quindi, occhi aperti, non rimanete da soli in luoghi isolati e siate diffidenti se non riconoscete la persona che vi si avvicina: la truffa è assicurata se vogliono farvi scucire del denaro!”.
L’invito è a chiamare la centrale operativa al numero 0541-649444.

Altre notizie
di Redazione
FOTO
di Stefano Rossini
VIDEO
]