Indietro
menu
uscite e laboratori

Anche i bimbi delle scuole riccionesi si preparano al centenario

In foto: i bambini con la biologa
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 10 nov 2021 16:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dai banchi di scuola alle uscite per scoprire parchi, quartieri, mare, tradizioni e antichi mestieri. Anche gli alunni delle scuole di Riccione sono partiti con iniziative dedicate al Centenario di Riccione, grazie al Progetto Riccione Scuola Beni Naturali, Ambientali e Culturali. Sono 1184 bambini e studenti coinvolti, di cui 590 provenienti da 10 scuole dell’infanzia, (le 6 comunali Belvedere, Ceccarini, Floreale, Fontanelle, Mimosa, Piombino, le 2 statali Savioli e Bertazzoni e le 2 paritarie Domus Mariae – Karis e San Giuseppe Maestre Pie), 572 da sette scuole primarie, per una trentina di classi complessive, (di Fontanelle, Panoramica, Marina Centro, Riccione Ovest, Annika Brandi, Karis e Maestre Pie) e 22 provenienti da una classe della scuola secondaria di via Ionio.

Accompagnati, di volta in volta, da esperti e dalla referente del progetto Angelica Salimbeni, i più piccoli hanno già effettuato uscite sul campo per osservare assieme al naturalista Cristian Guidi il verde e gli arredi urbani della città con l’obiettivo di avvicinarli e sensibilizzarli alla tutela del territorio. Scesi al mare, con la biologa esperta di scienze marine Valeria Angelini, hanno scoperto le dune di sabbia e i “montaloni” della spiaggia. Hanno condiviso conoscenze sulla pesca della tratta e sulle barche dalle tradizionali vele della marineria locale.

 Nel mese di novembre sono in programma altre uscite, con percorsi a tappe, che si snoderanno dal centro storico di Riccione Paese fino a giungere al mare con passeggiate storico – artistiche nei luoghi simbolo del Paese: dall’ospedale Ceccarini con la sua storica facciata, alla fontana a ruota in piazza Matteotti o il Villino Mattioli di Corso F.lli Cervi con tappe intermedie come il Municipio di Via Vittorio Emanuele II.

La partecipazione attiva delle scolaresche e dei bambini più piccoli al percorso di celebrazioni che abbiamo voluto per il  Centenario di Riccione – afferma l’assessore ai Servizi Educativi con delega al Centenario, Alessandra Battarra – è un potente strumento di veicolazione che sono certa li avvicinerà in maniera stimolante e appassionata alla storia della loro città. Grazie al coinvolgimento studiato e calibrato da insegnanti ed esperti di vari settori, le generazioni più giovani sono già partite in un fantastico viaggio di conoscenza della loro città che li porterà ad acquisire una maggiore consapevolezza dei luoghi che abitano attraverso una esperienza che sarà a tutto tondo anche un percorso di educazione alla cittadinanza. A conclusione dell’anno scolastico i percorsi didattici intrapresi verranno restituiti alla città con performance teatrali, esposizioni e laboratori inerenti a quanto appreso in questi mesi. Oltre a questo progetto, anche i due istituti superiori Volta- Fellini e S.Savioli hanno accolto l’invito dell’Amministrazione a prendere parte alle celebrazioni ”.