Indietro
menu
taglio del nastro

A Verucchio punto di ascolto per donne vittime di violenza

In foto: il taglio del nastro
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 25 nov 2021 14:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Taglio del nastro questa mattina nel centro civico di piazza Europa a Villa Verucchio per il nuovo Sportello di ascolto per le donne vittime di violenza, aperto in collaborazione con l’associazione Rompi il Silenzio, grazie al contributo ottenuto attraverso un bando regionale sul contrasto alle discriminazioni e alla violenza di genere. Lo Sportello sarà aperto il giovedì mattina e finché si protrarrà lo stato di emergenza le due volontarie riceveranno su appuntamento in pieno adempimento alle disposizioni anti contagio. E’ possibile contattare l’associazione per richiedere un incontro inviando una mail a valmarecchia@rompiilsilenzio.org o telefonando al 346-5016665 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.

 

Ringraziano l’associazione Rompi il Silenzio e la Regione Emilia Romagna per averci consentito di concretizzare un progetto che auspicavamo da tempo, quello di dare un punto di riferimento e di ascolto alle donne vittime di violenza. Anche la scelta dello spazio non è casuale: il Centro Civico è in posizione centrale, nella piazza principale della nostra cittadina, in una struttura con altri servizi. Lo stesso per quanto riguarda il giorno di apertura, il giovedì, quello del mercato settimanale, momento in cui le donne escono di casa per la spesa e possono avere la possibilità di rivolgersi alle responsabili” ha spiegato la sindaca Stefania Sabba.

Abbiamo voluto tanto questo Sportello, aspettavamo l’occasione da tempo e appena è arrivato questo bando regionale abbiamo colto l’opportunità per avere un nuovo presidio sul territorio: una delle violenze striscianti è infatti anche quella economica, non tutte le donne possono prendere un autobus e recarsi a Rimini e in questo modo avranno più occasioni per rivolgersi a noi. Ringraziamo quindi l’amministrazione per la disponibilità e la grande attenzione” ha fatto eco la presidente di Rompi il Silenzio Roberta Calderisi.