Indietro
menu
Situazione regolarizzata

Tra Comune di Riccione e Polisportiva riappacificazione tecnico-amministrativa

In foto: lo stadio del nuoto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 1 ott 2021 14:23 ~ ultimo agg. 18:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è concluso regolarmente, sia per l’Amministrazione di Riccione che per l’associazione sportiva, l’iter necessario e non più procrastinabile per la regolarizzazione documentale dei rapporti tra Ente Pubblico e Associazione sportiva. Lo fa sapere l’Amministrazione Comunale: con questa regolarizzazione si interrompe il blocco dei pagamenti operato dall’Amministrazione con relativo versamento dei fondi alla Polisportiva. gli atti conclusivi sono la firma del Piano Esecutivo, che oggi verrà autenticata da un notaio, poi la sottoscrizione da parte della Polisportiva di due garanzie bancarie a favore del Comune di Riccione.

“Il Comune di Riccione ha bloccato il pagamento del contributo semplicemente perché è emerso che all’atto della stipula della Convenzione non fu mai sottoscritto il Piano Esecutivo di Gestione del project financing e mai prestata la relativa fideiussione di 200.000 euro prevista – ha spiegato la dott.ssa Cinzia Farinelli, Dirigente del Settore Bilancio, Tributi e Programmazione finanziaria del Comune di Riccione – In tali condizioni l’istituzione della Commissione d’Indagine era atto dovuto per accertare le responsabilità, e ne vedremo gli esiti. Nel frattempo gli uffici si sono dati da fare per regolarizzare la situazione con la firma dei documenti mancanti e il rilascio delle necessarie garanzie da parte dell’Associazione”.

Il presidente della Polisportiva Solfrini (nella stessa nota inviata dall’Amministrazione Comunale) dichiara: “Nonostante le divergenze e la diversità di opinioni il comune e la polisportiva hanno lavorato insieme per ricomporre il rapporto e formalizzare la parte tecnico amministrativa. Grazie allo sforzo di tutti si è giunti ad un risultato positivo che permetterà alla Polisportiva e all’amministrazione di collaborare per continuare a fare sì che lo sport sia uno strumento di crescita e di sviluppo economico del territorio. Vanno ringraziati tutti coloro che hanno collaborato.”

Dall’assessore allo Sport Stefano Caldari, una risposta alle polemiche che hanno accompagnato la querelle tra Amministrazione e Polisportiva: “Credo che l’Amministrazione abbia agito per il bene stesso della Polisportiva e delle tante associazioni sportive di Riccione che negli anni hanno contribuito a farla crescere. Perché – guardate – le regolarità documentali non sono una cosa facoltativa. Non sono piccolezze, ma sono la base su cui si costruiscono i rapporti, sani e trasparenti, tra Ente Pubblico, quindi il Comune, e tutto il resto del mondo privato o privatistico. Sono quella garanzia per i cittadini riccionesi che i soldi pubblici vengono spesi a rigor di legge senza facilonerie. In tutta questa vicenda, quello che mi ha davvero stupito è come si possa aver pensato anche solo per un secondo che l’amministrazione volesse mettere in crisi la Polisportiva. Era giusto l’opposto, ma per aiutarla le carte dovevano essere regolari”.