Indietro
menu
Riccione

Crearte: grande musica live come motore di sviluppo economico e sociale

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 22 ott 2021 10:49 ~ ultimo agg. 12:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’atteso concerto del maestro Piovani per i 99 anni di Riccione, offre alla ai musicisti della Perla Verde Tirincanti e Travaglini dell’Associazione CreArTe l’occasione per alcune riflessioni.

Bello donare un grande concerto ai riccionesi – scrivono – come avvenne per l’evento del maestro E. Bosso nel ’19 ma, ancora una volta, non si colgono le opportunità per valorizzare al massimo questi eventi.”
Secondo Travaglini, compositore ed arrangiatore attivo nei circuiti del Jazz italiano, “si poteva ad esempio abbinare una “Prima” per pubblico pagante, ad una “replica gratuita” come in questo caso dedicata al compleanno di Riccione. Due “piccioni con un fava”, infatti! In occasioni come queste, centinaia di estimatori avrebbero ripagato da soli con i biglietti il concerto successivo da donare alla città.

Per Tirincanti, musicista professionista da quasi 30 anni e protagonista di tour mondiali insieme a Sananda Maitreya (al tempo Terence Trend D’Arby) e Withney Houston, “è un vero peccato che Riccione sia costantemente fuori dai “radar” di migliaia di appassionati“. Tirincanti ricorda agli imprenditori “che nel 2019 il “pubblico” di Bosso chiamava da tutta Italia per acquistare il biglietto d’ingresso ma, senza la certezza del posto a sedere, la città perse l’opportunità di avere per 3 o 4 giorni circa 1400 ospiti di elevato standing economico praticamente a costo zero. Bruciata l’opportunità turistica e commerciale di ospitare un pubblico, disposto a pagare: biglietto, albergo, ristorante ecc., in pratica centinaia di persone che “viaggiano e spendono” per seguire le proprie passioni, non sono arrivate a Riccione“. “Ci sono tante nicchie di qualità nel mondo della musica – conclude – e tanta bella gente appassionata in giro per l’Italia che purtroppo evidentemente non farà mai tappa a Riccione, per ora…Da musicisti non dovremmo arrivare alla stampa per questi suggerimenti ma dovrebbe essere “pane quotidiano” di una pubblica amministrazione plurale ed “in ascolto”, soprattutto!

, laureata all’Accademia della Belle Arti, chiude:

Occasioni come queste – aggiunge la presidente di CreArTe Maria Pontrandolfodovrebbero almeno legarsi alla beneficenza. Un Tiket modesto di 15€ x 1400 posti, avrebbe raccolto dai generosi  riccionesi oltre 20 mila € da affidare, per esempio, alla Croce rossa o ad altre Associazioni di volontariato. Questo sì che sarebbe un vero “regalo” segno di attenzione per chi soffre e nemmeno potrà assistere al concerto“. “CreArTe – conclude – lavora a progetti concreti che mettano a sistema la grande musica live come motore di sviluppo economico e sociale, per poi essere recepite dalle agende di governo delle future Amministrazioni“.

Notizie correlate
di Redazione