Indietro
menu
Elezioni Rimini

Valentini (Rimini in Comune) attacca: giunta "alleata" degli speculatori

In foto: Sergio Valentini candidato sindaco "Rimini in comune"
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 27 set 2021 15:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il candidato sindaco di Rimini in Comune, Sergio Valentini, attacca senza mezzi termini la giunta uscente e il candidato sindaco del centrosinistra Jamil Sadegholvaad. “Il candidato espressione della Signoria regnante – dice Valentini –, racconta che nei primi 100 giorni assumerà 30 vigili urbani, creerà una “No tax area” a monte della Ss 16 e, in attesa che mandi anche il callista a casa degli elettori, parla confusamente di piano casa. Fanno lo stesso i candidati di Coraggiosa intervenendo talvolta a sproposito ed in disaccordo con il programma del candidato sindaco“.
Il candidato sindaco – prosegue – parla di nuove edificazioni (con conseguente consumo di territorio) e confonde l’ordinaria manutenzione che Acer dovrebbe fare con una rivoluzione culturale. Nel frattempo a Viserba in un’area dove si sarebbero potute recuperare le cubature esistenti incrementando il patrimonio residenziale pubblico nasce una nuova speculazione immobiliare. Il pubblico avrà il contentino della RSA realizzata dalla ditta costruttrice (e che poi appalterà ad un soggetto privato per quanto riguarda la gestione) consentendo al privato di realizzare 200 unità abitative in 13 unità immobiliari.”
Quella che doveva essere la giunta anti cemento – continua Valentini – si rivela essere la migliore alleata di palazzinari e speculatori. Altro che piano casa e sostegno ai ceti deboli.
Rimini in Comune è la sola lista che mette al centro l’interesse pubblico e che considera Rimini come un Bene Comune collettivo” conclude il candidato sindaco.