Indietro
menu
nel condominio "la nuova rimini"

Tossicodipendenti e spaccio a due passi dalla Questura. L'allarme dei residenti

In foto: foto inviata da un residente della zona
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 6 set 2021 17:18 ~ ultimo agg. 7 set 10:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Non siamo più negli anni ’90, eppure a Rimini si tornano a vedere scene come quando, in quegli anni, lo spaccio e il consumo di droga (principalmente eroina), creavano allarme sociale e la piaga della tossicodipendenza risucchiava migliaia di giovani. Gravi episodi di degrado si stanno verificando da diversi mesi in piazzale Bornaccini, dove da Dicembre si è trasferita la nuova Questura di Rimini. L’ultimo risale a ieri mattina, domenica, poco prima di mezzogiorno, quando una donna tossicodipendente ha aggredito due donne residenti nel complesso condominiale “la nuova Rimini”.

La donna, in evidente stato di alterazione psico-fisica, ha prima defecato sotto il portico del palazzo, poi ha iniziato a diventare molesta nei confronti dei condomini tentando di entrare negli appartamenti. Si è accanita in particolare sul portone di una donna di 60 anni, che nel frattempo si era barricata in casa con una vicina sua coetanea.

La tossicodipendente, una donna sulla quarantina, italiana, bussava con violenza e urlava frasi sconnesse all’indirizzo delle due, che avevano tentato di farla allontanare. L’aggressività della donna è aumentata quando sono sopraggiunti gli altri condomini, alcuni dei quali hanno ripetutamente chiamato il numero d’emergenza 112 chiedendo l’intervento di una pattuglia.

Pattuglia che però non arrivava, nonostante la vicinanza alla questura (esattamente in quello stesso piazzale). Nel frattempo, in nessun modo si è riusciti a calmare la donna che ha aggredito con calci pugni e graffi le due signore, che erano uscite dal portone, gridando frasi come: “ti ammazzo”, “devo ammazzarvi tutti”, “Brutte t****” e altre parole offensive. Una delle donne aggredite ha fatto così autonomamente irruzione nello stabile della Polizia chiedendo di intervenire immediatamente visto ciò che stava succedendo a due passi da lì. Due agenti allora sono usciti e hanno prelevato la donna affidandola alle cure del 118.

Già a fine agosto i residenti avevano segnalato una situazione di degrado e di allarme sociale. Nel frame pubblicato dal nostro sito, si vede una persona intenta a preparare una dose di eroina sotto il porticato del condominio “la nuova Rimini” abitato da famiglie, persone anziane e bambini. Una situazione che i residenti non intendono tollerare oltre e chiedono l’immediato intervento delle forze dell’ordine per ripristinare la sicurezza nella zona dove, peraltro, insistono anche gli uffici del Comune di Rimini, oltre al Palacongressi e alla stessa Questura.

 

 

 

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO