Indietro
menu
Scuole già al lavoro

Personale servizi educativi. Comune di Rimini verifica documentazione

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 2 set 2021 15:44 ~ ultimo agg. 16:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Sono entrate in vigore dal primo settembre, le nuove regole per la tutela della salute pubblica che interessano anche tutto il personale dei servizi educativi del Comune di Rimini. Per illustrare le nuove misure di sicurezza e le modalità di avvio del nuovo anno scolastico, mercoledì mattina si è tenuta la conferenza di servizio a cui hanno partecipato circa 200 persone tra personale dei nidi e delle scuole di infanzia del Comune di Rimini.
Come indicato nel nuovo decreto legge, “dal 1° settembre 2021 e fino al 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione in presenza del servizio essenziale di istruzione, tutto il personale scolastico del sistema nazionale di istruzione e universitario, nonché gli studenti universitari, devono possedere e sono tenuti a esibire la certificazione verde COVID-19 di cui all’articolo 9, comma 2. 2. Il mancato rispetto delle disposizioni di cui al comma 1 da parte del personale scolastico e di quello universitario è considerato assenza ingiustificata e a decorrere dal quinto giorno di assenza il rapporto di lavoro è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominato […] I dirigenti scolastici e i responsabili dei servizi educativi dell’infanzia nonché delle scuole paritarie e delle università sono tenuti a verificare  il rispetto delle prescrizioni di cui al comma 1”.

Il personale del Comune di Rimini che lavora, a vario titolo, nei nidi e nelle scuole di infanzia del Comune di Rimini (0/6 anni) è formato da circa 200 dipendenti, a cui si aggiunge altro personale ausiliario fornito da cooperative. Il Comune di Rimini ha già provveduto a richiedere al proprio personale, in vista dei tradizionali incontri già previsti con i genitori in questi giorni, la documentazione necessaria per essere in regola con le nuove regole nazionali di sicurezza e salute pubblica. I nidi e le scuole per l’infanzia, già aperte da martedì, sono dunque pronte per la prima campanella di lunedì 13 settembre.

Notizie correlate
di Redazione