Indietro
menu
potenziare attrattiva

Centri storici. Progetto Santarcangelo candidato a bando regionale

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 14 set 2021 14:22 ~ ultimo agg. 15:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si rinnova la sinergia fra Amministrazione comunale di Santarcangelo e associazioni di categoria per accedere ai contributi regionali della legge 41/97 per la valorizzazione dei centri storici e del commercio.
Nei giorni scorsi la Giunta ha infatti approvato sia l’intesa con Confesercenti, Confcommercio, Cna e Confartigianato che il progetto di promozione e marketing del centro storico (da circa 80mila euro) attraverso la realizzazione di eventi e allestimenti scenici. Aspetti che hanno contribuito a preservare il centro storico clementino dal processo di depauperamento che ha caratterizzato altri centri.
Dalle secolari fiere d’Autunno alla Festa dei Balconi Fioriti, dal mercatino d’Antiquariato La Casa del Tempo a Calici Santarcangelo, dal Festival del Teatro alle tante iniziative culturali (Cantiere poetico, festival del cinema, concerti, spettacoli di burattini, mostre, allestimenti speciali, ecc.), Santarcangelo è tradizionalmente ricca di iniziative che richiamano pubblico e hanno quindi ricadute positive per il commercio.
Ed è per questo che il progetto punta a mettere in campo nuove azioni per potenziare la capacità attrattiva di Santarcangelo durante l’intero corso dell’anno.
Sia nel prossimo anno che nel 2023 intendiamo sostenere con risorse importanti il centro storico e il centro commerciale naturale – affermano gli assessori Emanuele Zangoli (Turismo) e Angela Garattoni (Attività economiche) – ed è per questo che d’intesa con le associazioni economiche di categoria candidiamo il nostro progetto del valore complessivo di 80.000 euro al contributo della Regione sulla legge 41 che prevede una copertura dell’80 per cento della spesa complessiva”. “Accanto ai consistenti investimenti per la riqualificazione del centro storico effettuati negli anni, l’ultimo dei quali riguarda piazza Balacchi e la sottostante casamatta quale parte della fortificazione della città i cui lavori di restauro avranno inizio fra pochi mesi – aggiungono i due assessori – riteniamo di fondamentale importanza mantenere alta la capacità attrattiva di Santarcangelo soprattutto in un momento ancora difficile per l’economia in seguito alla crisi provocata dall’emergenza sanitaria”.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.