Indietro
menu
pizzicato dagli agenti

Va a trovare il fratello in carcere per portargli la droga, arrestato 35enne

In foto: i 12 grammi di hashish sequestrati
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 24 ago 2021 15:12 ~ ultimo agg. 25 ago 11:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Era andato a trovare il fratello maggiore detenuto nel carcere riminese dei Casetti e, durante la visita, credendo di non essere visto, gli ha passato un piccolissimo involucro contenente 12 grammi di hashish. E’ successo sabato scorso all’interno della sala colloqui.

I due fratelli, originari di Villa Verucchio, si sono salutati dandosi il pugno. E’ stato proprio in quel momento, in una frazione di secondo, che è avvenuto lo scambio. Poi il detenuto, 40 anni, che deve scontare una sentenza definitiva, con una mossa altrettanto rapida ha portato la mano verso la cinta dei pantaloni facendo finta di sistemarseli, quando in realtà ha nascosto la droga appena ricevuta.

I due fratelli hanno continuato a chiacchierare in tutta tranquillità, poi si sono salutati e le loro strade si sono separate. Per poco, però, dal momento che ai due agenti della Penitenziaria di Rimini, diretti dal commissario Gabrielli Celli, non è sfuggito il primo saluto sospetto. Infatti ai poliziotti, che nel corso dei colloqui tra detenuti e familiari restano fuori dalla stanza, dietro un vetro, è consentito osservare ciò che accade all’interno ma non ascoltare ciò che viene detto.

Il fratello minore, 35 anni, è stato subito trattenuto dagli agenti, mentre il maggiore veniva perquisito. Addosso aveva il pacchettino di marijuana, subito sequestrato. Per il 35enne è scattato l’arresto con l’accusa di introduzione di sostanze stupefacenti all’interno del carcere. Arresto convalidato questa mattina dal giudice, che ha disposto per il minore dei due fratelli la misura cautelare del carcere.

 

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Redazione