Indietro
menu
#storiedacartolina

Le cartoline storiche vanno sui social ogni mercoledì

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 14 lug 2021 12:36 ~ ultimo agg. 12:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il passato delle cartoline e il presente dei social si incontrano nel progetto #storiedacartolina, che ogni mercoledì consentirà di sfogliare, sui canali social del Comune di Rimini e della Biblioteca Gambalunga, un patrimonio fotografico sulla vita sociale nel territorio riminese fra il 1895 e il 1960.

Sono oltre 4.000 le cartoline, che raccontano Rimini, i suoi luoghi simbolici e i riti balneari che l’hanno resa famosa, della collezione Fausto Mauri, acquistata dalla Biblioteca Gambalunga grazie al progetto “Vedere il tempo. Storie da cartolina. Rimini 1895-1960”, vincitore del bando Strategia fotografia 2020 promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.

La collezione, considerata l’ampiezza dei soggetti rappresentati, testimonia infatti non solo le trasformazioni urbanistiche ed economico-sociali del territorio, ma anche l’evoluzione dell’architettura e del paesaggio balneare, l’evoluzione dei costumi e dei riti connessi ai bagni, al tempo libero, ai viaggi e alla villeggiatura che si fanno vacanza. Ma oltre alla parte visiva, ci sono le storie raccontate dalle cartoline, con la trama di relazioni interpersonali, informazioni su itinerari di viaggio, sui riti della vita privata e le sue espressioni linguistiche.

L’archivio fotografico della Biblioteca Gambalunga, di cui fa parte anche la collezione Mauri, raccoglie un milione di immagini ed è stato costituito nel 1974 come sezione speciale della Biblioteca.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati