Indietro
menu
Accesso agli atti

Potenziamento linea 11 verso sud. Riccione Civica: non c'è alcun progetto

In foto: un bus di Start
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 22 lug 2021 19:17 ~ ultimo agg. 19:18
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo un accesso agli atti, Riccione Civica spiega che non esiste alcun progetto presentato dall’amministrazione della Perla Verde per prolungare il trasporto costiero verso sud (Misano e Cattolica) attraverso un potenziamento e miglioramento della Linea 11. Esiste, spiega la forza di minoranza, solo una “lettera inviata alla “Direzione Generale per il Sistema di trasporto ad impianti fissi ed il trasporto locale” dove si ribadiscono i desiderata dell’Amministrazione.” “Ancora una volta – attacca Andrea Delbianco – fumo e mistificazione sulla pelle di chi lavora.

La nota di Riccione Civica

“Riccione civica sollecitata da molti operatori economici riccionesi interessati ed anche molto preoccupati, ha verificato lo stato dell’arte circa la questione prolungamento del TRC verso Misano.
Circa 2 mesi fa l’Amministrazione incontrò Albergatori e Bagnini per “illustrare” il progetto che intendeva realizzare in alternativa alla proposta che i comuni del territorio: Rimini, Misano e Cattolica avevano ritenuto di appoggiare in accordo con PMR. Potenziare l’attuale “Linea 11” in luogo del tracciato sud del TRC, la proposta secondo la Tosi. In data 25 giugno Andrea Delbianco Coordinatore di Riccione civica, avanza un dettagliato accesso agli atti per richiedere tutto il corredo tecnico relativo al progetto di potenziamento della linea 11. Dopo circa un mese e ben due solleciti avanzati alla Segretaria comunale, purtroppo scopriamo che non c’è nessun progetto e quindi evidentemente nessun “Responsabile del procedimento” da interpellare. La lingua italiana per Riccione Civica ha un significato ben preciso e se si annuncia un progetto che non c’è, significa che si sta mentendo. Ci viene invece fornita una “lettera” inviata alla “Direzione Generale per il Sistema di trasporto ad impianti fissi ed il trasporto locale” dove si ribadiscono i desiderata dell’Amministrazione. Ancora una volta fumo e mistificazione sulla pelle di chi lavora, intraprende e cerca di investire in un territorio che ha bisogno di essere competitivo e per il quale è strategico efficientare il suo Trasporto pubblico locale. La situazione è difficile quando non addirittura drammatica per molte imprese in città e non potersi fidare del primo cittadino e del suo Staff, su un tema così rilevante per tutta la “zona Sud” di
Riccione e non solo è davvero preoccupante. Conclude Delbianco:
La nota positiva è che almeno questa volta non abbiamo sperperato altri danari pubblici per produrre l’ennesimo rendering, come ormai i d’abitudine. La nota estremamente negativa per i riccionesi è che il prolungamento del Trc si farà comunque fino a Cattolica ma non ci saranno fermate a Riccione dalla Stazione fino alla prima di Misano!

Notizie correlate