Indietro
menu
4,3 milioni

Via libera al progetto. Lunedì partono i lavori per la scuola Catullo a Riccione

In foto: la demolizione della scuola Catullo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 26 mag 2021 15:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La prossima settimana partiranno i lavori per la nuova scuola Catullo a Riccione. La Giunta ha approvato il progetto esecutivo per il nuovo edificio che potrà contare su cinque classi e circa un centinaio di studenti. La scuola sarà dotata di un’area polifunzionale, accessi facilitati, colori naturali e sarà realizzata con materiali ecosostenibili. Già domani il responsabile dei Lavori Pubblici, incontrerà la ditta che ha vinto l’appalto per pianificare l’avvio del cantiere mentre la bonifica bellica è già stata conclusa. La ditta R.T.I. Subissati S.r.l. avrà 200 giorni a disposizione per concludere l’opera che per l’amministrazione rappresenta un investimento di 4.344.623,35 euro. La nuova scuola primaria di primo grado in via Catullo sarà realizzata con gli stessi principi utilizzati per la scuola Panoramica, ossia la rigenerazione urbana sostenibile e un approccio didattico orientato al modello pedagogico di Gianfranco Zavalloni.

Il progetto si sviluppa su una superficie complessiva di 1077 mq, con una piazza lineare e 5 padiglioni. Tutto senza barriere architettoniche, con un percorso pedonale e un’area di sosta. Il vero e proprio edificio scolastico, che arretra rispetto alla posizione della scuola odierna, consiste in un grappolo di padiglioni per una superficie di 250 mq, oltre ad una piazzetta centrale. Ogni padiglione, che costituisce una classe di 48 mq, è modulabile e accorpabile con l’utilizzo di pareti scorrevoli secondo le esigenze didattiche, è ampiamente illuminato da luce naturale con aperture sulle pareti verticali e ha un accesso diretto al giardino. Nella parte opposta delle aule ci sarà una grande palestra di 390 mq che si apre direttamente sul giardino in modo da creare un collegamento con le aree gioco esterne e con un accesso indipendente. Il progetto prevede anche la massima efficienza con prestazioni elevate e un isolamento dell’edificio a cappotto per evitare sbalzi termici. “Con la scuola di viale Catullo – ha ribadito l’assessore ai Lavori Pubblici Lea Ermetiabbiamo completato ancora di più l’offerta scolastica di Riccione. In particolare la scuola di viale Catullo è stata un’opera decisamente impegnativa, perché ha avuto diverse fasi, dallo sgombero del vecchio edificio, durante il quale abbiamo cercato di non sprecare nulla e di riutilizzare arredi ancora nuovi ed efficienti, alla demolizione del vecchio stabile, la bonifica bellica e ora finalmente per la prossima settimana prevediamo l’inizio del cantiere per la ricostruzione”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione