Indietro
menu
Terreni disponibili cercasi

Erbetta (Rinascita Civica): parcheggi a Rimini nord, progettazione fallimentare

In foto: Piazza Pascoli a Viserba (da Mario Erbetta)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 6 mag 2021 16:04 ~ ultimo agg. 16:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con un apposita indagine conoscitiva, il Comune di Rimini invita i cittadini che hanno terreni di circa 10.000 mq nelle zone di Viserbella e Torre Pedrera a inviare una manifestazione di interesse entro il 10 maggio per darle in comodato o in affitto. “In pratica la conferma del fallimento della progettazione del lungomare di Rimini nord che non ha tenuto conto della mancanza di parcheggi”: a dichiararlo è il consigliere comunale Mario Erbetta, candidato sindaco per Rinascita Civica.

“Solo ora il Comune si accorge dell’enorme problema che si realizzerà quest’ estate quando, sperando arrivino, i turisti non riusciranno a parcheggiare agevolmente e ad arrivare alle attività commerciali e agli alberghi – rincara Erbetta – Già ora è una sfida al parcheggio selvaggio come evidenziano le foto scattate a Viserba qualche giorno fa durante una giornata piovosa, ma quest’ estate sarà l’inferno per chi vorrà parcheggiare a Rimini nord e in particolare nella zona di Viserba dove proseguono i lavori anche del sottopasso. Una catastrofe annunciata che da più parti era stata denunciata a un’amministrazione sorda alle giuste rimostranze della popolazione. Solo ora, capendo la gravità, si corre ai ripari cercando di affittare quanti più terreni possibili da privati”.

Erbetta poi parla del rischio del “sommerso”, con una corsa a terreni privati da adibire a parcheggi in affitto agli alberghi. “In tutto questo marasma quindi ci sarà chi speculando e approfittando di una cattiva progettazione della zona sfrutterà l’occasione per arricchirsi. Non si può progettare una zona senza prevedere anticipatamente dove posizionare i parcheggi, ma per la nostra amministrazione e per il nostro Sindaco con al valigia in mano l’importante era cercare di finire i lavori prima della fine del mandato per poter fare un’altra inaugurazione con tanto di ballerine e fuochi d’artificio. Il fare per fare vedere di aver fatto e non per fare bene. Questa mentalità cambierà se diventerò Sindaco”.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.