Indietro
menu
4 ore di attesa

Disagi all'hub della Fiera. In fila in attesa anche il consigliere Erbetta

In foto: la sala di attesa della Fiera
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 1 mag 2021 12:18
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ieri pomeriggio ho accompagnato mia madre a fare il vaccino in Fiera a Rimini. Appuntamento alle 14.30. Arriviamo alle 14.00 e verifichiamo una gran fila e un ritardo di un’ora“. Inizia così il racconto del consigliere comunale Mario Erbetta, che insieme a tanti altri riminesi è “incappato” in una giornata di complessa gestione nell’hub vaccinale. Già ieri la segnalazione di diversi lettori (vedi notizia). La madre ha atteso 4 ore. L’Ausl Romagna ha fatto poi sapere, scrive Erbetta, che c’è stata una improvvisa carenza di personale, ma la giustificazione “lascia un po’ perplessi

Con santa pazienza – prosegue Erbetta – ci sedevamo sui gradini mentre tanti anziani si accalcavano all’ingresso a chiedere spiegazioni. I ragazzi della protezione civile non sapevano cosa dire. Alla fine mia madre è entrata alle 16.50 (due ore e mezzo circa dall’orario della prenotazione) ed e’ riuscita ad uscire alle 18. 30 (quattro ore dalla prenotazione). Non vi dico la pena di vedere tanti anziani affaticati che di accalcavano per poter entrare. Qualcuno approfittava della mancanza di sorveglianza all’ingresso per sgattaiolare ma veniva rimandato fuori. Ma la cosa che mi lascia perplessi e’ che limitiamo ristoranti, orari, mercati e attività commerciali per evitare assembramenti e poi li creiamo per poter fare i vaccini. Un classico esempio di disorganizzazione italiana. Quando poi è iniziato a piovere tutti pressati sotto la copertura alla faccia del Covid. Le dichiarazioni dell’Ausl Romagna che si giustifica con la carenza di personale improvvisa lascia un po’ perplessi sull’organizzazione. Nessuno pensa ai disagi provocati ai nostri concittadini anziani e alle loro famiglie e questo è grave . L’Ausl Romagna fa bene a scusarsi.

Notizie correlate
di Redazione