Indietro
menu
Minacce con coltello

Aggressione con tavoli e sedie alle cantinette. Denunciati i due responsabili

In foto: la devastazione alla Vecchia Pescheria
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 15 mag 2021 13:19 ~ ultimo agg. 16 mag 11:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Hanno un nome e un cognome i due responsabili del grave episodio avvenuto una settimana fa alla Vecchia Pescheria nell’orario dell’aperitivo, in mezzo a tanti clienti sgomenti per quello che stava accadendo.

Subito dopo l’aggressione avvenuta il tardo pomeriggio del 7 maggio scorso, con lancio di sedie, tavoli e sgabelli ad altezza uomo contro il locale No Limts, sono iniziate le indagini della Squadra mobile per l’individuazione degli autori del raid punitivo immortalati, seppur in lontananza, da un video postato sui social. Gli accertamenti, effettuati grazie alla visione di alcune telecamere della zona e alle testimonianze di alcuni clienti, hanno condotto gli investigatori all’identificazione di due cugini di nazionalità albanese, rispettivamente di 21 e 22 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

Non sono ancora chiari i motivi che hanno spinto i due a presentarsi nel locale per minacciare con un coltello un ragazzo dello staff del locale. Tra lui e i due albanesi è nata una discussione accesa che si è conclusa con il lancio di sedie, tavoli e sgabelli da parte dei due cugini.

Il No Limits nel frattempo, come reso noto ieri, è stato chiuso per quindici giorni dal questore De Cicco per motivi di ordine pubblico (vedi notizia). I cugini sono stati denunciati per minacce aggravate e porto di armi ed oggetti atti ad offendere. Gli investigatori della questura, inoltre, stanno valutando se, a carico dei due, possano essere adottati ulteriori provvedimenti di carattere amministrativo come il foglio di via obbligatorio e il Daspo urbano.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
VIDEO
di Icaro Sport   
di Andrea Polazzi   
VIDEO