Indietro
menu
Lo specialista dei telefonini

Reazioni violente ai Carabinieri, due arresti

In foto: controlli dei Carabinieri
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 5 apr 2021 12:12 ~ ultimo agg. 12:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Oltre ai controlli sule normative anticovid, i Carabinieri del Comando provinciale di Rimini hanno tenuto alta l’attenzione sulla microcriminalità e la sicurezza del territorio.  Due sono state le persone arrestate e tre quelle denunciate a piedi libero.

Un pluripregiudicato nordafricano è stato protagonista domenica mattina in viale Regina Margherita a Rimini di un movimentato inseguimento a piedi, poiché alla vista dei due Carabinieri di pattuglia che si apprestavano a controllarlo, per guadagnare la via di fuga ne spintonava violentemente uno, venendo presto raggiunto e immobilizzato dall’altro. Nelle sue tasche lo straniero deteneva cinque dosi di eroina e una di hashish: alla violenza a pubblico ufficiale e alla detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, si è aggiunta poi la ricettazione, poiché a seguito della successiva perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti quindici smartphone risultati rubati a Rimini negli ultimi giorni. Il ventenne è stato arrestato e sarà giudicato domattina per rito direttissimo e gli sono stati sequestrati anche 5000 euro in contanti, considerati proventi dell’attività di spaccio e/o ricettazione.

La notte scorsa a Viserba i Carabinieri della locale Stazione e del Nucleo Radiomobile hanno intimato l’alt a un pregiudicato 48enne del posto che, all’atto della contestazione perché inottemperante al divieto di circolazione imposto dal coprifuoco, si è scagliato contro i militari accusati di averlo abusivamente controllato, aggredendoli con violenza, venendo infine immobilizzato e tratto in arresto.

Tra i denunciati, a Rimini un pregiudicato albanese risultato clandestino sul territorio nazionale e un pregiudicato tunisino reo di aver fornito false generalità all’atto del controllo; a Riccione un 58enne del luogo è stato colto alla guida della sua auto in stato d’ebbrezza. Segnalati, infine, alla Prefettura di Rimini cinque giovani, di cui due nordafricani, quali consumatori di sostanze stupefacenti.