Indietro
menu
In Commissione Senato

Tax credit, guide turistiche, concessioni. Le priorità di Croatti al ministro Garavaglia

In foto: l'intervento di Croatti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 20 mar 2021 17:07 ~ ultimo agg. 18:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Mercoledì scorso, in una audizione in Commissioni 5ª e 14ª del Senato sulla proposta di “Piano nazionale di ripresa e resilienza”, il senatore riminese del Movimento 5 Stelle Marco Croatti ha avuto ancora l’occasione di incontrare il neo Ministro del Turismo Massimo Garavaglia.
Nel suo intervento Croatti ha posto l’accento su alcune proposte legate alla ripartenza e allo sviluppo del turismo.

“Alcune di queste proposte, non rimandabili e da inserire in una visione di lungo respiro, nascono dal continuo confronto con operatori e associazioni del nostro territorio”, spiega Croatti. “In particolare ampliare gli strumenti di tax credit per le nostre imprese ed estendere il bonus 110% anche alle strutture ricettive. La necessità di sviluppare il PortaleItalia.it, un contenitore unico della nostra offerta, a 360°, che preveda la mappatura di tutto il nostro patrimonio e che possa essere di stimolo al turista internazionale affinché scelga di prolungare il soggiorno nel nostro Paese: disponiamo di enormi tesori che spesso i viaggiatori non conoscono ed ignorano”.

Altro tema, “la necessità di normare e proteggere il ruolo e la professionalità delle guide turistiche e degli accompagnatori, che rivestono un ruolo importante nel far conoscere e nel raccontare la nostra offerta turistica e culturale. Ho altresì chiesto che finalmente si affronti e venga risolto il tema della Bolkestein e delle procedure di infrazione europee ad essa collegata che potrebbero pesare sul nostro Paese anche in termini di finanziamenti comunitari e che da troppi anni creano una situazione di grave incertezza e il blocco di molti investimenti. Nella sua risposta il Ministro Garavaglia ha dimostrato grande attenzione verso tutte queste tematiche; dai prossimi giorni avremo la possibilità di affrontarli in modo puntuale in commissione”.
Si è discusso anche di “rafforzamento della digitalizzazione dell’industria turistica e la necessità di ragionare in ottica di sistema turismo per il nostro Paese al fine di aumentarne la competitività nei mercati internazionali. Capitolo a parte merita il cosiddetto Certificato sanitario, di cui si sta discutendo in queste settimane
e che coinvolge l’intera Comunità Europea. Verrà discusso a fine mese nel consiglio europeo e verosimilmente verrà trovata una mediazione tra le diverse posizioni, con l’obiettivo prioritario di scongiurare vantaggi competitivi per qualche Paese a scapito di altri”.

Notizie correlate
di Redazione