Indietro
menu
a breve in strada nuovi mezzi

Rimini chiede fondi per Metromare Celle-Viserba e riqualificazione linea 11

In foto: il tratto del centro studi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 2 mar 2021 13:35 ~ ultimo agg. 16:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ci sono anche due progetti riminesi tra quelli presentati al bando del Ministero per le infrastrutture per sostenere metropolitane e tranvie. In totale si tratta di progetti per un valore di 11 miliardi (la lista è stata pubblicata nell’edizione odierna del Sole24Ore). Il primo progetto candidato dal comune è la “deviazione” del Metromare a Viserba, per il quale è stato chiesto al Ministero un investimento di 38 milioni di euro, il secondo riguarda invece la riqualificazione della linea 11 su viale delle Regine. In particolare si candida a finanziamento l’ammodernamento delle infrastrutture per i filobus in modo che possano supportare mezzi elettrici.

Obiettivo del nuovo tratto del metromare collegare la zona delle Celle al centro sportivo Rivabella, alla zona residenziale di Viserba Monte, al polo scolastico di Viserba, fino all’area dove è in progetto la nuova piscina comunale, servendo anche il nuovo lungomare nord riqualificato. La diramazione si svilupperà per circa 4,5 chilometri in sede propria, con capolinea vicino alla Stazione di Viserba, snodo di scambio intermodale.

Le opportunità dei fondi ministeriali e del Recovery fund hanno portato le città, sia di grande sia di media dimensione, a scommettere per il futuro sulle grandi infrastrutture di mobilità pubblica sostenibile ad alta velocità – commenta l’assessore Roberta Frisoni –. Rimini in questo senso è già un passo avanti, potendo contare su un servizio come il Metromare che ha l’ambizione di diventare il principale asse di spostamento per il nostro territorio: un sistema di trasporto completamente elettrico, ad elevate prestazioni, utile per favorire l’intermodalità, a servizio dei pendolari, dei lavoratori e dei turisti. Il collegamento verso la zona di Viserba, che si innesta sul prolungamento strategico verso Rimini Fiera, porterebbe ad un importante ampliamento del bacino di passeggeri, ma soprattutto rappresenterebbe un salto di qualità nel modo di concepire il Metromare quale mezzo privilegiato per mettere in rete servizi e luoghi attrattivi della città. Il comparto nord, oltre ad essere densamente abitato, ospita il polo scolastico più numeroso della città, diversi impianti sportivi e in prospettiva anche la nuova piscina comunale della città ed è al centro di una trasformazione urbana che comprende anche la riorganizzazione strutturata della mobilità nel suo complesso”.

Restando “a bordo del metromare” si sta lavorando per portare sul tracciato prima dell’estate i nuovi mezzi full electric. I nuovi mezzi sono dotati di spazi ampi, telecamere di sorveglianza, un sistema di informazione all’utenza in tempo reale e consentiranno di poter trasportare a bordo le biciclette, incentivando così l’intermodalità.

Notizie correlate
In vista di un tavolo per ripresa

Il prefetto Camporota in visita alla Focchi

di Redazione   
Meteo Rimini
booked.net