Indietro
menu
"E' il momento della realtà"

PD Rimini: firme per respingere dimissioni Zingaretti. Ancora un no a primarie

In foto: Nicola Zingaretti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 10 mar 2021 13:19 ~ ultimo agg. 13:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un intervento della segreteria del PD comunale di Rimini, firmato dal segretario Alberto Vanni Lazzari, richiama a livello locale e nazionale a “un atteggiamento di serietà e responsabilità”. I circoli riminesi del PD stanno raccogliendo firme per respingere le dimissioni di Zingaretti, le cui parole vanno comunque prese come monito. Quanto alla situazione locale, ancora un no alle primarie: occorre “proseguire il percorso verso le amministrative di autunno nel segno dell’unità e della responsabilità”.


L’intervento di Alberto Vanni Lazzari:

E’ il momento della realtà.

La realtà ci impone un atteggiamento di serietà e responsabilità. Siamo all’indomani di un nuovo Governo nato da circostanze d’irresponsabilità, siamo dentro a una campagna vaccinale in corso da riprendere e potenziare per rimetterci in sicurezza, ci aspetta da subito il progetto di Recovery Plan ancora da disegnare e attuare, dobbiamo rispondere alle drammatiche necessità economiche e sociali generate dalle chiusure di questi mesi. In pochi giorni siamo riprecipitati di fatto in una zona rossa.

La realtà ci impone di concentrare tutti gli sforzi sulle vere questioni che interessano il Paese e le persone.

Tutti i circoli del Partito Democratico della Città di Rimini si sono mobilitati in una estesa raccolta di firme affinché l’Assemblea Nazionale del 14 marzo prossimo respinga le dimissioni di Zingaretti, restituendo al nostro segretario la forza che merita e la possibilità di portare avanti il suo mandato fino al termine.

Dietro ogni firma c’è il timore che il pantano delle dinamiche interne possa allontanarci dalla realtà.

Il segretario ha motivato le ragioni della sua scelta, della sua “vergogna”. Le sue parole siano spunto di riflessione profonda e da monito per Tutti. Soprattutto se come ha dichiarato, alle parole non seguiranno azioni di ripensamento.

IL Partito Democratico, a livello nazionale e cittadino deve tornare a essere, fin da subito, un traino dell’azione di governo con le proposte che in questi giorni abbiamo presentato al Premier Draghi e con le proposte programmatiche elaborate per la Città di Rimini.

Non perdiamo ulteriore tempo, da Domenica si trovi una soluzione vera, politica, necessaria per chiudere questo vulnus e garantire quel cambio di passo richiesto dalla dura realtà dei prossimi mesi.

Allo stesso modo il senso di realtà ci suggerisce di proseguire il percorso verso le amministrative di autunno nel segno dell’unità e della responsabilità. Dalla nostra comunità, dal gruppo dirigente dei segretari e della maggioranza della Direzione, è emersa chiaramente la volontà di evitare il ricorso alle primarie. Su questo non si arretra e si favoriranno tutte le condizioni possibili perché si possa arrivare a questo risultato. E’ nostro dovere provarci. E’ la nostra risposta alla realtà del momento.

Alberto Vanni Lazzari
Segreteria Comunale Rimini

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO