Indietro
menu
spriogionare i racconti

Nel futuro dell'ex carceri di Santarcangelo uno spazio per la comunità

In foto: le ex carceri di santarcangelo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 24 feb 2021 16:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Il percorso per il recupero sarà lungo ma i primi passi si cominciano a fare. Con il primo incontro del tavolo di negoziazione è cominciato il progetto per la valorizzazione storico-culturale delle ex carceri, con l’obiettivo di trasformare l’edificio in uno spazio per la comunità attraverso un percorso di cittadinanza attiva. Il progetto, promosso dal Comune in collaborazione con l’associazione Il Palloncino Rosso, è finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con 15.000 euro.
In questa prima fase, della durata di circa un mese, sono in corso la costituzione e l’inizio dei lavori dei due organi previsti dalla legge regionale sulla partecipazione (il tavolo di negoziazione e il comitato di garanzia), nonché l’avvio di percorsi formativi e della campagna di comunicazione con una serie di “pillole storiche” diffuse sui social.
Tra fine marzo e luglio sono previsti invece un incontro pubblico sul tema del riuso partecipato e l’ascolto della comunità attraverso lo strumento dei focus group, in parallelo a una serie di iniziative per “sprigionare” i racconti legati alle ex carceri, attraverso il formato audio del podcast e la mostra “Storie dal carcere”.
Eventi di riuso temporaneo, visite guidate con elementi di realtà aumentata e laboratori partecipati per immaginare il futuro delle ex carceri porteranno alla redazione del documento, con la pubblicazione dei risultati e, nell’ambito di un evento conclusivo, la proiezione di un video che racconterà il progetto.
A seguire, infine, si prevede la redazione delle linee guida sulla gestione del bene ex carceri, un documento che resterà a disposizione dell’Amministrazione comunale per implementare future azioni di recupero e riqualificazione dello stabile.
Chi vuole partecipare sin d’ora al progetto, può contribuire con il proprio “racconto da sprigionare”: leggende memorabili o piccoli aneddoti tramandati di generazione in generazione, storie che diversamente rischiano di rimanere imprigionate nei ricordi degli ultimi testimoni che le hanno vissute o ascoltate. Si raccoglieranno anche storie legate alle ex carceri e alla vita nelle contrade negli anni in cui l’edificio svolgeva la sua storica funzione.
Per sprigionare la propria storia è possibile scrivere alla mail raccontisprigionati@comune.santarcangelo.rn.it.