Indietro
menu
Eventi nel mirino

Intrattenimento discount. Riccione Civica attacca: la solita minestra

In foto: Andrea Delbianco
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 16 feb 2021 22:09 ~ ultimo agg. 22:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Riccione Civica va all’attacco della politica degli eventi annunciata dall’amministrazione per l’estate 2021. In una nota parla di “intrattenimento da Hard Discount” e di “solita minestra riscaldata, dedicata in prevalenza ad un pubblico senza sufficienti risorse da destinare alle vacanze“.
Nel mirino finisce il binomio, definito costoso, con radio deejay accusato da Riccione Civica di attirare solo pubblico under 20 che “genera purtroppo problemi di sicurezza che l’amministrazione non è
in grado di gestire, come confermano le pagine di cronaca nera che hanno intasato la stampa nella stagione 2020” . Ampliare i mercati potenziali ed evitare rendite di
posizione sono le priorità per Riccione Civica che auspica “un pubblico più diversificato e commercialmente interessante, altrimenti non riusciremo a sostenere i fatturati della nostra filiera turistica” .
Nella nota si evidenzia poi come Riccione stia perdendo “quote di mercato nella fascia di età 30 – 45 anni, ospiti che farebbero lavorare meglio e con maggiori soddisfazioni tutte le attività: dall’albergo, al Bar, al commerciante fino al locale notturno, evitando soprattutto problemi di ordine pubblico“. “Evidentemente Riccione – prosegue – non propone un’offerta che possa soddisfare proprio quel “segmento anagrafico” che gode di maggiori risorse da spendere in vacanza.
Riccione Civica critica l’uso fatto dall’amministrazione di oltre 12 milioni della tassa di soggiorno “per eventi concentrati nelle date di maggior afflusso come la Pasqua, i ponti di primavera o
Ferragosto. Per queste occasioni sarebbe sufficiente un efficace “marketing territoriale”, mentre i mesi più difficili, come la tarda primavera e settembre, dovrebbero essere oggetto di maggiori investimenti per la destagionalizzazione del turismo.”
Per Riccione Civica infine la strategia deve essere quella di diversificare il prodotto e puntare su ospiti dall’età media più elevata.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione