Indietro
menu
tragedia sfiorata sulla statale

Colto da infarto mentre è in bici, 64enne rianimato da un poliziotto eroe

In foto: repertorio
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 27 feb 2021 15:23 ~ ultimo agg. 1 mar 14:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Deve la vita alla prontezza e alle capacità rianimatorie di un poliziotto della Stradale di Rimini. Un 64enne di origine campana, che vive a Riccione, ieri mattina (venerdì) è stato colto da infarto mentre era in sella alla bici. Stava percorrendo la Statale 16 in direzione Riccione, quando all’improvviso si è piegato sul manubrio cadendo sull’asfalto. E’ stata una donna, in transito proprio in quell’istante, a notare la scena.

L’attenzione di una pattuglia della Stradale, che intorno alle 10 stava percorrendo la Statale, è stata attirata proprio da quella donna che continuava a sbracciarsi. I due poliziotti, vedendo l’uomo a terra a bordo strada, hanno subito intuito la gravità della situazione e si sono precipitati in suo soccorso. Uno dei due in particolare, l’agente Massimiliano Severi, 51 anni, riminese, ha subito cercato di rianimare il ciclista. Il 64enne non aveva battito e, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza, serviva qualcuno che gli praticasse il massaggio cardiaco. Così il poliziotto ha fatto, convinto di poterlo strappare alla morte.

Fortunatamente i soccorritori del 118 sono arrivati sul posto con ambulanza e auto medicalizzata in pochissimi minuti. A quel punto l’agente ha affidato l’uomo nelle mani dei sanitari, che hanno proseguito il massaggio cardiaco e utilizzato il defibrillatore. Alla terza scarica il 64enne ha ripreso il battito ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Infermi, dov’è tuttora ricoverato ma non più in pericolo di vita.

Determinanti si sono rivelate le manovre salvavita dell’agente Severi, senza le quali probabilmente il cuore del 64enne si sarebbe fermato per sempre. Il poliziotto della Stradale di Rimini, però, non è nuovo a coraggiosi salvataggi a lieto fine. Sette anni fa, nel luglio del 2012, mentre si trovava a passeggio con la famiglia a Riccione, non esitò – pur con un braccio ingessato – a introdursi all’interno di un appartamento in fiamme in via Manzoni. In quell’occasione riuscì a trascinare fuori due persone, portandole in salvo prima che fosse troppo tardi. Una specie di poliziotto-angelo, al posto giusto nel momento giusto.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Spinelli: 'scambiata per la figlia'

Coriano festeggia i 100 anni di Giustina

di Redazione