Indietro
menu
bando il scadenza il 15/1

Metromare verso Cattolica, ok a proposta. Ma Riccione non si siede al tavolo

In foto: un mezzo provvisorio
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 8 gen 2021 14:53 ~ ultimo agg. 9 gen 10:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Comitato di Coordinamento del TRC/Metromare ha dato l’ok alla proposta di progetto (redatta da PMR) per il collegamento dalla stazione di Riccione fino a Cattolica. Si tratta del documento da presentare entro il 15 gennaio per richiedere i finanziamenti previsti dal bando del Ministero delle Infrastrutture. Lo rende noto la provincia. L’amministrazione di Riccione però ha confermato la sua posizione di contrarietà e non si è seduta al tavolo. 

Il percorso del nuovo tratto partirebbe dal capolinea della prima tratta già realizzata, alla stazione della Perla Verde, per proseguire attraversando la zona sud di Riccione passando dal sottopasso di via Giovanni da Verrazzano per poi arrivare sul lungomare, fino a Misano Brasile, e approdare alle Navi di Cattolica. La proposta sia sulla tipologia dei collegamenti, che sull’uso dei mezzi ExquiCity 18T (analoghi a quelli che entreranno in uso tra Rimini e Riccione) ha trovato la condivisione dei Sindaci, della Provincia di Rimini, della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Rimini presente all’incontro.
Purtroppo – scrive il presidente della provincia Riziero Santi, si deve prendere atto della mancata partecipazione del Comune di Riccione, che nonostante i ripetuti inviti e l’accoglimento di molte delle proposte avanzate in sede tecnica, tuttavia non intende collaborare per presentare il progetto proposto”.
L’iter per la terza tratta del Metromare comunque proseguirà. Lo hanno convenuto gli Enti presenti al tavolo “come peraltro – aggiunge Santi – previsto dai diversi livelli di pianificazione, dal PRIT al PTCP, ai piani urbanistici comunali. In tal senso, quindi, verrà presentato un progetto di infrastrutturazione filoviaria tra Cattolica e Misano, con tutte le opere accessorie derivanti, che purtroppo nulla prevedrà per Riccione, che quindi non beneficerà di alcuna opera e dei relativi finanziamenti. La Provincia e la Regione aderiranno al progetto, rammaricandosi della mancata adesione di Riccione“.

Penso che per Riccione sia una grande occasione sprecata – commenta l’assessore alla Mobilità del comune di Rimini Roberta Frisoni -. Non riesco a capire questa mancata collaborazione per un progetto, che proietta il territorio verso una mobilità sempre più sostenibile. Credo che a rimetterci saranno i cittadini di Riccione e non solo loro. Un’occasione persa per presentarsi al bando come territorio coeso. Non posso che esprimere rammarico, ma allo stesso tempo non possiamo fermarci, perché la strategicità del progetto c’è tutta. Aggiungo che, come comune di Rimini, candideremo al bando anche la diramazione che, nel futuro tratto FS-Fiera di Rimini, all’altezza delle Celle andrà a servire la zona centro studi, della nuova piscina comunale e di tutta l’area di Viserba“.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati