Indietro
menu
Con piano e presidio

Santarcangelo conferma i mercati ambulanti

In foto: il mercato agricolo di oggi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 14 nov 2020 13:37 ~ ultimo agg. 13:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I mercati settimanali del lunedì e del venerdì di Santarcangelo si svolgeranno regolarmente sulla base di un piano concordato con le associazioni di categoria e il Cocap (Consorzio operatori commercio su aree pubbliche) per rispettare le disposizioni contenute nell’ordinanza della Regione Emilia-Romagna.

È quanto definito nell’incontro che si è tenuto ieri pomeriggio (venerdì 13 novembre) in Municipio, nel corso del quale sono state concordate le modalità organizzative e operative per assicurare la prosecuzione dell’attività mercatale in sicurezza e nel pieno rispetto delle norme igienico-sanitarie.

Il mercato del lunedì in piazza Ganganelli si svolgerà sostanzialmente nella forma attuale: l’area sarà perimetrata con transenne e bandelle, mentre gli accessi e le uscite saranno presidiati da personale dedicato e organizzati in modo da far defluire le persone più facilmente.

Per il mercato di più grandi dimensioni del venerdì è invece prevista una suddivisione in sotto-aree, con diversi varchi per l’ingresso e l’uscita. Anche in questo caso le aree del mercato saranno perimetrate e transennate con ingressi organizzati in maniera da consentire l’accesso sia ai banchi del mercato che alle attività commerciali e ai servizi. Quattro i varchi previsti per l’entrata: via don Minzoni, via Saffi, via Andrea Costa-via Montevecchi e via Garibaldi-Arco Ganganelli.

Il piano per l’organizzazione dei mercati prevede che l’accesso alla scuola elementare Pascucci da piazza Ganganelli sia comunque sempre assicurato. Intanto, nella mattinata di oggi, si è svolto regolarmente il mercato dei produttori agricoli in piazza Ganganelli, organizzato con un accesso e un’uscita controllati dai volontari della Croce Rossa Italiana.