Indietro
menu
La risposta del sindaco

Fondi zona rossa. Tosi risponde al Pd: il Governo potrebbe ritirarli

In foto: Il sindaco Renata Tosi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 28 nov 2020 10:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

All’affondo del Pd che, con il consigliere Andruccioli, ha lamentato il fatto che il comune di Riccione non ha elaborato alcun piano di intervento con il 1.232.000 euro di fondi arrivati dal Governo per le zone rosse (vedi notizia), ha risposto in consiglio comunale il sindaco Renata Tosi. “Forse vi è sfuggito – ha detto rivolta alla minoranza – il decreto governativo che spiega come i soldi dati come compensazione potrebbero essere ritirati laddove, a consuntivo, i conti dei comuni dovessero risultare in ordine e con entrate maggiori. Per questo la maggior parte di quelle risorse saranno messe a riserva. Se poi non verranno ritirate, saranno convogliate nel settore del sociale“.  “Dovreste chiedere al Governo – ha proseguito – chiarezza e rispetto dei cittadini e delle comunità.

Secondo il Pd però “non è assolutamente vero, l’eventuale restituzione riguarda altri trasferimenti non quelli”. “I comuni limitrofi, a prescindere dal colore politico, li stanno utilizzando” ha precisato la consigliera Gambetti.

Il sindaco Tosi ha poi rimarcato l’impegno messo in campo dal comune per sostenere la comunità durante la pandemia. “Non abbiamo fatto pagare le rette scolastiche alle famiglie durante il lockdown. Pare scontato – ha detto – ma i comuni limitrofi ad esempio hanno esentato la parte variabile mentre quella fissa l’hanno fatta pagare. Anche per la Cosap siamo stati tempestivi e abbiamo subito messo gli imprenditori nelle condizioni di lavorare sereni e lo abbiamo fatto, non solo esentando gli ampliamenti come previsto del Governo, ma anche esentando tutta la parte di occupazione di suolo pubblico ordinaria per tutte le attività. Abbiamo restituito soldi ed è quello che dovevamo fare anche con la prospettiva di una stagione “non certa”. E oggi – ha concluso – i conti sono comunque in ordine. Abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra risollevando l’economia turistica.

 
Notizie correlate
di Redazione