Indietro
menu
Atteso per mercoledì

Conte alla Camera su nuove misure: stretta differente tra Regioni e coprifuoco

In foto: Conte alla Camera
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 2 nov 2020 13:02 ~ ultimo agg. 3 nov 12:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il premier Giuseppe Conte ha relazionato sulle misure previste dal prossimo Dpcm che dovrebbe entrare in vigore entro mercoledì. “Alla luce dell’ultimo report di venerdì e della situazione particolarmente critica in alcune regioni siamo costretti a intervenire in una ottica di prudenza per mitigare il contagio con una strategia che va modulata sulle differenti criticità”, ha detto ai deputati.

Non si va verso una stretta nazionale uniforme ma mirata, a seconda dei dati delle Regioni. Il territorio nazionale sarà diviso in tre aree, a seconda dei diversi coefficienti di rischio.  Saranno limitati gli spostamenti verso le regioni a rischio salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute; l’inserimento o l’uscita di un territorio da una fascia sarà stabilito da un’ordinanza del Ministero della Salute. 

Previsto un coprifuoco nella fascia serale (il premier non ha specificato al momento orari). Prevista didattica a distanza fino al 100% per le scuole superiori, “sperando che sia una misura temporanea”.

I centri commerciali saranno chiusi nei festivi e prefestivi, a parte farmacie, parafarmacie, tabacchi e negozi alimentari. Chiusure per mostre e musei. La capienza dei mezzi pubblici scenderà al 50%. Verranno chiusi i corner per le scommesse e giochi.

Secondo il monitoraggio diffuso due giorni fa dall’Istituto Superiore di Sanità, la fascia con Rt più a rischio è quella di Piemonte e Lombardia sopra quota due: 2.16 e 2.09. Poi c’è la fascia superiore a 1.5: la Provincia Autonoma di Bolzano e la Valle d’Aosta sono a 1.96. Poi la Calabria (1.66) e l’Emilia Romagna (1.63).

 

 

 
Notizie correlate
di Redazione