Indietro
menu
Anche per la zona gialla

Col nuovo Dpcm torna l'autocertificazione. Eccola

di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 4 nov 2020 18:55 ~ ultimo agg. 5 nov 16:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con il nuovo Dpcm in vigore da venerdì (vedi notizia) tornerà anche l’autocertificazione per gli spostamenti in tutta Italia. Nelle zone gialle dovrà essere utilizzata dalle 22 alle 5, allo scattare del coprifuoco, quando ci sarà la necessità di giustificare i propri spostamenti. Il modulo va presentato e consegnato al momento di un eventuale controllo.

modello_autodichiarazione_editabile_ottobre_2020

Se lo spostamento è legato a un’urgenza non si deve indicare il nominativo delle persona da cui si va per motivi di privacy.

Il modulo, già disponibile sul sito del Viminale, è lo stesso che era stato predisposto in occasione del Dpcm del 24 ottobre e già utilizzabile per le ordinanze in vigore nelle Regioni dove era stato stabilito il coprifuoco. Si tratta di un modello standard – che avranno a disposizione tutte le pattuglie delle forze di polizia – dove i cittadini dovranno indicare i motivi dello spostamento. I controlli saranno fatti a campione e chi non riuscirà a dimostrare il motivo indicato nell’autocertificazione, verrà denunciato.

Il modulo servirà inoltre per entrare e uscire nelle regioni in zona rossa per «comprovate esigenze lavorative», per «motivi di salute» e per «altri motivi ammessi dalle vigenti normative».

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO