Indietro
menu
Scoperta dalle Fiamme Gialle

Riceve il reddito di cittadinanza e lavora in nero in un albergo. Nei guai cameriera e titolare

In foto: Fiamme Gialle
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 10 ott 2020 09:57 ~ ultimo agg. 11 ott 10:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Tenenza della Guardia di Finanza di Cattolica ha sorpreso una cittadina cattolichina che lavorava in nero come cameriera ai piani presso un albergo della città, risultata titolare del contributo economico nella misura di 780 euro mensili per il reddito di cittadinanza dallo scorso mese di aprile.
A conclusione degli accertamenti, i Finanzieri hanno pertanto, deferito la donna all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato di cui all’art. 7, comma 2, del D.L. n. 4/2019 che prevede la reclusione da uno a tre anni.
E’ scattata inoltre la segnalazione agli uffici dell’INPS per la revoca immediata del contributo del Reddito di Cittadinanza ed il recupero di tutte le somme indebitamente percepite.
Al datore di lavoro è stata contestato l’impiego di una lavoratrice subordinata senza la preventiva comunicazione dell’istaurazione del rapporto di lavoro che è sanzionato con una pena pecuniaria fino a 25.000 euro.

L’attività di controllo nei confronti dei soggetti destinatari delle prestazioni sociali agevolate – ricordano le Fiamme Gialle riminesi – mira, da un lato, a salvaguardare gli interessi finanziari degli Enti erogatori e, dall’altro, a perseguire obiettivi di “equità sociale”, tutelando la corretta redistribuzione delle risorse pubbliche nei confronti di chi ne abbia effettivamente diritto e bisogno e reprimendo le condotte di indebita richiesta o percezione di sussidi e agevolazioni.

Notizie correlate
di Redazione   
La Giunta adotta il nuovo piano urbano

Mobilità sostenibile, ecco come cambia la città

di Redazione